Domenica 12 Luglio09:24:32
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Servizi sociali, telefono bollente: in 5 giorni quasi un centinaio di telefonate per aiutare anziani soli

Numeri importanti di attività dall'inizio dell'emergenza Coronavirus su tutto il territorio comunale

Attualità Rimini | 13:19 - 16 Marzo 2020 Servizi sociali, telefono bollente: in 5 giorni quasi un centinaio di telefonate per aiutare anziani soli

Il telefono dei servizi sociali del Comune di Rimini è arroventato: sia il fisso (0541 704000) sia il cellulare (339 7729127) che rispondono dalle 8.30 alle 18 (il sabato dalle 8.30 alle 18), da mercoledì 11 marzo squilla a ogni ora per rispondere alle chiamate degli anziani che, in queste settimane di emergenza sanitaria affrontano difficoltà legate alle restrizioni sugli spostamenti.

In soli  90 telefonate, 24 spese consegnate a domicilio, 20 consegne di farmaci e 17 pasti attivati per anziani soli e/o affetti da patologie. Oltre ai servizi domiciliari vengono richieste informazioni sugli spostamenti e sulle norme di comportamento da seguire in questo periodo.

Un servizio dedicato ai soggetti più vulnerabili grazie alla collaborazione con Auser, Caritas, Croce Rossa, una serie di numeri di assistenza a domicilio per le persone anziane ultra 65enni o affette da problematiche sanitarie per evitare che escano di casa. Per segnalare persone in difficoltà di qualsiasi genere, la cui condizione è aggravata dalle misure restrittive previste nei decreti governativi chiamare il numero 0541-704.000 oppure 339-7729127 (sportello sociale Comune di Rimini. Si tratta di servizi già attivi per le persone non autosufficienti che vengono estese temporaneamente alle persone più vulnerabili al virus.

La priorità va a chi aveva criticità pregresse e a chi, pur non conosciuto in precedenza - è o da solo, o con i famigliari in quarantena e, dunque, impossibilitati a uscire. Tutti coloro che hanno figli o parenti vicini, possono recarsi loro a fare la spesa e recarsi a domicilio a portargliela.