Venerdý 03 Aprile18:45:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coronavirus: nel riminese quasi 400 casi. I nuovi contagi sono 35: "riduzione significativa"

In Emilia Romagna sono 2644 i casi di positività, salgano a 54 le guarigioni

Attualità Emilia Romagna | 17:14 - 14 Marzo 2020 Il commissario straordinario alla sanità Sergio Venturi Il commissario straordinario alla sanità Sergio Venturi.

In Emilia-Romagna sono complessivamente 2.644 i casi di positività al Coronavirus, 381 in più rispetto all’aggiornamento di ieri. Passano da 8.787 a 10.043 i campioni refertati. Si tratta di dati disponibili e accertati alle ore 12, sulla base delle richieste istituzionali.

Complessivamente, sono 1.055 le persone in isolamento a casa perché con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o prive di sintomi; quelle ricoverate in terapia intensiva sono invece 152 (24 in più rispetto a ieri). E salgono a 54 (ieri erano 51) le guarigioni, 51 delle quali riguardano persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 3 dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultata negativa in due test consecutivi.

Purtroppo, però, crescono anche i decessi, passati da 201 a 24140, quindi, quelli nuovi, che riguardano 22 uomini e 18 donne. Per 10 delle persone decedute erano note patologie pregresse, in qualche caso plurime, per le altre sono in corso approfondimenti epidemiologici. I nuovi decessi registrati riguardano 24 residenti in provincia di Piacenza, 8 in quella di Parma, 1 in quella di Reggio Emilia, 4 in quella di Bologna, 2 in quella di Ferrara e 1 del lodigiano.

In dettaglio, questi sul territorio i casi di positività, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: Piacenza 853 (143 in più rispetto a ieri), Parma 570 (52 in più), Rimini  398 (35 in più), Modena 306 (55 in più), Reggio Emilia 153 (15 in più), Bologna 195, di cui 63 del circondario imolese (complessivamente 40 in più, di cui 16 a Imola e 24 a Bologna), Ravenna 78 (23 in più), Forlì-Cesena  62 (di cui 38 a Forlì, 8 in più rispetto a ieri, e 24 a Cesena, 5 in più rispetto a ieri),  Ferrara 29 (5 in più rispetto a ieri).

«Nella provincia di Rimini una riduzione significativa», ha commentato il commissario straordinario alla sanità Sergio Venturi, visto che negli ultimi 5 giorni gli incrementi erano in media di 50 unità ogni 24 ore. In particolar modo Venturi ha rimarcato l'efficacia della strategia utilizzata nel riminese di inviare per le vie automobili con gli altoparlanti, invitando la popolazione a rimanere nelle proprie abitazioni.