Giovedý 02 Aprile12:06:54
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coronavirus, turismo in ginocchio: disdette a pioggia per Rimini anche per il mese di giugno

Il grido di dolore di Barbara Albanesi dell'hotel Touring: "Teniamo aperti gli alberghi, ma son vuoti"

Attualità Rimini | 18:03 - 13 Marzo 2020 Disdette a pioggia negli alberghi di Rimini Disdette a pioggia negli alberghi di Rimini.

Le disdette negli alberghi riminesi arrivano a pioggia, ma in questi giorni vengono cancellate anche quelle di maggio e giugno. Mesi in cui il picco da infezioni di Coronavirus in Italia ci si augura sia passato: ma potrebbe esserci nelle altre nazioni d'Europa. Il settore è così fortemente preoccupato per l'emergenza coronavirus: Barbara Albanesi, che gestisce l'hotel Touring di viale Regina Margherita, si fa portavoce delle difficoltà in un intervento riportato dall'Ansa: "In tutti i decreti che hanno fatto si sono dimenticati del settore alberghiero. Congressi fermi, piscine e spa chiuse, divieto di muoversi da un comune all'altro, mi dite perché devo tenere aperto mettendo a rischio la salute di 52 dipendenti? ". Prosegue l'albergatrice: "Mi chiedo, il turismo è la principale industria in Riviera, solo a Rimini ne abbiamo più di 1800, possibile che chiudono bar e ristoranti e noi no? Ci siamo informati con la prefettura che ci ha detto di mettere le mascherine ai dipendenti, ma se queste non si trovano più?". In pratica gli alberghi sono aperti, ma vuoti. Le disdette stanno arrivando a pioggia e per l'hotel Touring - 110 camere e 50 dipendenti - si quantifica un danno superiore a 300.000 euro: "E non sappiamo ancora se i dipendenti del settore potranno o meno accedere alla cassa integrazione".