Domenica 29 Marzo19:28:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Lo shopping a Novafeltria costa la denuncia a una 50enne di Pennabilli

Nelle ultime ore altri cinque denunciati complessivi per violazione delle normative anti covid-19

Cronaca Novafeltria | 15:12 - 13 Marzo 2020 I Carabinieri della Compagnia di Novafeltria impegnati nei controlli I Carabinieri della Compagnia di Novafeltria impegnati nei controlli.

I Carabinieri della Compagnia di Novafeltria proseguono i controlli relativi alle disposizioni preventive “anti-covid -19”, con posti di controllo in tutto il territorio di loro competenza, sottoponendo numerosi automobilisti e coloro che utilizzano mezzi di trasporto pubblico a verifica delle condizioni per lo spostamento, pattugliando anche tutti i luoghi dove possono verificarsi assembramenti di persone.

Nelle ultime ore sono state controllati 45 persone e 21 esercizi commerciali, mentre cinque sono le persone denunciate per inosservanza delle disposizioni dell’autorità”, in riferimento al rispetto del Decreto del P.C.M. del 9 marzo e successive modifiche. 

Una 58enne residente a San Marino è stata fermata nella notte tra giovedì e venerdì (12-13 marzo), intorno alle 2, mentre percorreva la via Dogana di Verucchio. Ha detto di rincasare dopo aver passato la serata a casa di una parente, ma è stata denunciata, perché si è allontanata da casa in assenza di una situazione di necessità. Questa mattina (venerdì 13 marzo) un 54enne di Sansepolcro è stato fermato e controllato in località Ponte Messa di Pennabilli: ha addotto come scusa la curiosità per vedere “lo stato dei lavori del ponte tra i comuni di Pennabilli e Sant’Agata”.  Nei guai è finita anche una 50enne di Pennabilli, controllata in piazza Roma a Novafeltria: aveva fatto acquisti ma non di generi di prima necessità, uscendo dal comune di residenza. Gli ultimi due denunciati sono un 54enne e un 52enne di Sant'Agata Feltria, fermati in via Manzoni a Novafeltria. "Dobbiamo andare al patronato per delle pratiche fiscali", ma a seguito delle verifiche svolte dai Carabinieri erano pratiche che riguardavano uno solo dei due cinquantenni e non erano pratiche urgenti.

La Compagnia Carabinieri di Novafeltria ricorda in una nota "che le motivazioni per potersi spostare sono soltanto le seguenti: comprovate esigenze lavorative; situazioni di necessità; motivi di salute; rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. In caso di dubbio prima di muoversi contattate il numero di emergenza 112".