Venerd́ 10 Aprile12:33:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Covid19: a Rimini 300 mila euro per l'abbattimento della retta scolastica nei giorni di sospensione

Nel contempo confermati i bonus per l'anno scolastico 2020-21

Attualità Rimini | 12:57 - 13 Marzo 2020 Trecentomila euro per sostenere l'abbattimento delle tariffe nel periodo di sospensione per Covid19 Trecentomila euro per sostenere l'abbattimento delle tariffe nel periodo di sospensione per Covid19.


Più di 300 mila euro sono stati invece investiti, tramite una minore entrata in bilancio, per garantire l'abbattimento totale delle tariffe dei servizi comunali educativi per l'infanzia (nidi e scuole di infanzia) in favore di tutti gli utenti iscritti, limitatamente e proporzionalmente al periodo interessato dalla chiusura disposta dai provvedimenti richiamati in premessa, riferiti al periodo 24/02/2020 – 03/04/2020 (per un totale di sei settimane). Si tratta di una misura straordinaria di diritto allo studio voluta dal Comune di Rimini, all'interno delle iniziative intraprese per il contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID19.

Nel contempo l'amministrazione comunale di Rimini annuncia la conferma, per l'anno scolastico 2020-21, dei bonus per la riduzione rette di nidi e scuole di infanzia e mense scolastiche. Si tratta di agevolazioni che andranno ad incidere positivamente per più di 3.400 famiglie riminesi, che vedranno ridursi sensibilmente l'impegno economico per mandare i propri figli, in età compresa tra 0 e 11 anni, a prescindere dal tipo di scuola frequentata: pubblica, asp o privata. Nel 2020 l'investimento complessivo è stato di circa 1 milione di euro, approvato dalla Giunta, per abbattere il costo a carico delle famiglie per le rette di nidi e scuole di infanzia, e per le mense scolastiche. Un'operazione possibile grazie all'ottenimento di due importanti finanziamenti: "Al nido con la Regione", dalla Regione Emilia – Romagna, e "Mense biologiche", dal Ministero delle politiche agricole.

«Due diverse interventi accomunati - spiega Mattia Morolli, assessore ai servizi educativi del Comune di Rimini - da un principio per noi ineludibile, il diritto allo studio. Da una parte una misura già prevista, che ricalca quella già sperimentata nel 2020, i bonus per l'abbattimento dei costi di rette e mense, e che prevede un programma triennale; dall'altra una emergenziale, a cui non ci siamo voluti sottrarre, vista la sospensione precauzionale dei servizi educativi per contrastate il Covid19. In entrambi i casi andiamo a sostenere nel concreto un numero elevato di famiglie riminesi, sostenendole sia dal punto di vista economico che educativo, con la messa in rete dei video prodotti dalle nostre maestre per i più piccoli grazie al nuovo progetto "Io e Tech"».