Giovedý 06 Agosto17:17:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ecco le dodici zone di Riccione nelle quali saranno installate colonnine elettriche di ricarica

Sono cinque le aziende specializzate che partecipano al bando indetto dal Comune

Attualità Riccione | 13:09 - 12 Marzo 2020 Dodici le postazioni individuate a Riccione per le colonnine elettriche Dodici le postazioni individuate a Riccione per le colonnine elettriche.

Il Comune di Riccione, in seguito alla procedura avviata di manifestazione di interesse, alla quale hanno aderito 5 aziende specializzate del settore, per l’installazione di 12 colonnine per la ricarica di veicoli elettrici su suolo pubblico ad uso di privati sul proprio territorio, ha reso noto anche quali sono le zone e le caratteristiche tecniche delle colonnine in questione. Innanzi tutto il Comune di Riccione, ha individuando 12 siti possibili di installazione, che sono P.le Neruda, P.le Azzarita, P.le Marinai d’Italia, P.le Della Ginestra, P.le Dei Faraglioni, P.le Di Saraceni, P.le Vittorio Veneto, P.le Caduti di Cefalonia e P.le Del Circeo.

Ciascun dispositivo di ricarica dovrà avere una conformazione geometrica a sviluppo verticale (ossia la forma a colonnina); essere dotato di almeno due punti di ricarica per autovetture, veicoli commerciali a 4 ruote (categoria M/N) e uno per ciclomotori; consentire la ricarica anche agli utilizzatori “occasionali” privi di tessere o non registrati ad alcun servizio quali, ad esempio, i turisti della città;
essere dotato di un display in grado di fungere da interfaccia utente per supportare il cliente nella procedura di ricarica. Inoltre la colonnina dovrà consentire la comunicazione tramite sistemi GPRS/UMTS (o analoghi per funzionalità) con il centro di controllo; dovrà consentire il controllo remoto del processo di ricarica, registrare e trasmettere i dati, essere dotato di apposito led colorato o indicatore facilmente visibile che segnali lo stato di funzionamento del dispositivo di ricarica: libero (assenza di veicolo o veicolo connesso con ricarica terminata), in ricarica, in avaria. Queste caratteristiche per il Comune di Riccione sono da considerare come requisiti minimi per le infrastrutture di ricarica che si prevedono di installare. Per la realizzazione dell’installazione, sarà poi necessario provvedere ai successivi adempimenti previsti dalla legge, con particolare riferimento alla procedura di gara. Infine la durata della concessione per l’occupazione del suolo pubblico per le colonnine è di 5 anni a decorrere dalla data di stipula del relativo contratto. 

«Oramai si è visto come la circolazione dei mezzi elettrici possa essere considerata un passo avanti importante nella tutela della nostra aria soprattutto in città - ha detto l’assessore all’Ambiente, Lea Ermeti - quindi abbiamo pensato che anche Riccione dovesse dotarsi di una rete di postazioni per le ricariche di questi veicoli che rappresentano il futuro della mobilità green».