Venerdý 10 Aprile11:13:45
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coronavirus, l'esperto: "Bisogna fare tampone anche ai non sintomatici"

Per ciò che concerne il picco dei contagi, dipenderà dall'efficacia del contenimento

Attualità Rimini | 12:58 - 11 Marzo 2020 Massimo Galli, primario dell'ospedale Sacco di Milano Massimo Galli, primario dell'ospedale Sacco di Milano.

Sul coronavirus ancora un prezioso intervento dell'infettivologo Massimo Galli, dell'università di Milano, primario dell'ospedale Sacco. Secondo Galli sarebbe auspicabile effettuare tamponi anche ai soggetti che non presentano sintomi, come è stato fatto in Veneto, a Vò. Nel Veneto, infatti, i contagi sono cresciuti meno rispetto alla Lombardia e alla regione Emilia Romagna. Galli ha citato una ricerca pubblicata sulla rivista The Lancet, in cui si spiega che è necessario controllare con il tampone almeno il 70% dei presunti contatti di chi ha contratto il coronavirus. Non basta infatti il rispetto delle distanze: chi è contagiato ma asintomatico deve essere messo in quarantena. Sul picco dell'epidemia, Galli si è espresso così:  «dipenderà dall'efficacia delle misure di contenimento».