Luned́ 30 Marzo02:26:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Questo inverno è stato il secondo più caldo nel riminese

L'analisi di Centro Meteo Emilia Romagna: "L'11 febbraio temperatura minima a Rimini di 14.4°, il record"

Attualità Rimini | 19:12 - 10 Marzo 2020 Foto copertina di Pierluigi Missiroli, Hotel Levante Bellaria Foto copertina di Pierluigi Missiroli, Hotel Levante Bellaria.

Il 29 febbraio si è concluso l'inverno meteorologico, caratterizzato da temperature miti e da pochissime nevicate. Abbiamo fatto il punto con Federico Antonioli, Segretario e Coordinatore area operativa di Centro Meteo Emilia Romagna. 

1) Il 29 febbraio si è concluso l'inverno meteorologico. Il secondo più caldo in Italia, ma nel riminese?
«Anche per quanto riguarda Rimini il mese di Febbraio è risultato il 2° più caldo di sempre(ossia da quando si registrano i dati). Dati alla mano, l'anomalia rispetto al riferimento 1961-1990 si colloca sui +4°C, leggermente sotto al Febbraio record del 2014». 

2) Mese per mese, qual è stata la situazione a livello di temperature?  
«In linea generale l'inverno è risultato molto mite, in particolar modo a Febbraio. In ogni caso il trimestre invernale è il 2° più caldo, sempre dietro all'inverno 2013/2014. Anche il mese di Dicembre, trascorso in maniera più dinamica, ha visto un'anomalia di temperatura positiva».

3) Dal punto di vista delle precipitazioni quali sono i dati?
«Precipitazioni scarse, in particolar modo a Febbraio che dal punto di vista meteorologico è risultato siccitoso. Ci tengo a sottolineare questo aspetto: la risorsa idrica disponibile, dopo le piogge abbondanti di Novembre e quelle comunque buone del mese di Dicembre, non manca. Tuttavia è bene che Marzo sia iniziato in maniera più dinamica, proprio alla luce delle scarse precipitazioni di Gennaio e Febbraio. Pensiamo che nel primo mese e mezzo del 2020, ossia dal 1 Gennaio al 15 Febbraio, l'accumulo a Rimini si attestava a soli 8 millimetri di pioggia, praticamente 66 millimetri in meno rispetto alla norma». 

4) Quali sono stati i giorni in cui abbiamo registrato valori particolari di temperatura?
«Beh, citerei innanzitutto il record di temperatura minima registrato l'11 Febbraio a Rimini, con un valore pari a +14.4°C, capace di superare i +13.5°C del Febbraio 2002. Valori così miti son il risultato di una decisa ventilazione di caduta dall'Appennino da Sud-Ovest(Garbino) che favorisce sulla Romagna l'aumento delle temperature e il calo dei tassi di umidità. Poi, e lo si evince anche dall'anomalia mensile registrata, una serie di valori massimi ampiamente sopra la media sulla provincia dovuti frequentemente alle condizioni di vento di caduta dall'Appennino appena descritte, o di Foehn, ossia vento di caduta dalle Alpi».

5) Per i prossimi giorni cosa dobbiamo aspettarci?  
«Dopo un inizio dinamico e che ha visto il ritorno delle piogge(circa 13 mm accumulati in questi primi 10 giorni di Marzo), ci attendono giornate maggiormente stabili e soleggiate. Temperature in deciso aumento, con valori che si porteranno fin sui 16/18°C, ma che tra Giovedì 12 e Venerdì 13 Marzo potranno toccare senza troppa fatica i +19/20°C in diverse località della nostra provincia».