Marted́ 07 Luglio21:52:54
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tre raccolte fondi online per aiutare la terapia intensiva e sconfiggere il Coronavirus in provincia

Sono state aperte nelle ultime ore per cercare di aiutare gli ospedali riminesi e pesaresi

Attualità Rimini | 20:18 - 09 Marzo 2020 Ospedale Infermi di Rimini Ospedale Infermi di Rimini.

Sulla scia della campagna di crowdfunding lanciata lunedì sulla piattaforma Gofundme dalla influencer Chiara Ferragni e dal marito Fedez a favore dell'ospedale San Raffaele di Milano, che in meno di un giorno ha già sfondato quota 2 milioni di euro, in poche ore sono nate tre diverse campagne di raccolta fondi a sostegno della terapia intensiva riminese.

Questo perché i reparti del nord Italia stanno entrando in sofferenza per l'elevato numero di pazienti ricoverati a causa dell'infezione da Coronavirus (sono 90 in Regione Emilia-Romagna), dato che va a sommarsi ai degenti già affidati alle cure sanitarie intensive delle regioni più colpite, nell'ordine Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto. Senza considerare l'elevato numero di ricoveri in altri reparti, che ha comunque bisogno di personale sanitario dedicato.

Nelle tre campagne riminesi si legge pressoché lo stesso slogan: "Visto il problema causato dall'epidemia di Coronavirus, abbiamo organizzato una raccolta fondi", in un caso pensata non solo a sostegno dell'ospedale di Rimini ma anche dell'ospedale San Salvatore di Pesaro, "a corto di posti letto in terapia intensiva".

Gli obiettivi hanno scale diverse: si parte da un target basso e facilmente raggiungibile di 5 mila euro a uno intermedio fissato a 10 mila euro ad arrivare alla raccolta più ambiziosa, che punta ai 200 mila euro. Non ancora sostenute da influencer della portata dei Ferragnez, le tre campagne rischiano di farsi lo sgambetto se non sostenute da un'accurata campagna promozionale e di supporto mediatico.