Giovedý 06 Agosto18:45:24
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Lotta social al Coronavirus: De Luigi invita a stare a casa, Costantino lancia l'hashtag #iomifermo

Molti influencer e personaggi famosi del riminese si stanno esprimendo sulle nuove norme antivirus

Attualità Santarcangelo di Romagna | 09:54 - 09 Marzo 2020

Dopo la decisione del governo di chiudere i confini della Lombardia e di altre 14 provincie tra cui Rimini, oltre alla chiusura fino al 3 aprile di tutti i cinema, è partita una campagna social promossa da tanti artisti dello spettacolo, tra cui l'attore santarcangiolese Fabio De Luigi. "Dice che bisogna stare a casa, io ci sto perché son pigro, ma capisco l'iperattivo". Anche De Luigi invita a rimanere a casa per contrastare il diffondersi del coronavirus. In un video pubblicato su twitter e diventato virale nel giro di poco tempo, l'ex "Ingegner Cane" racconta le "gioie della pigrizia" e l'importanza di rimandare aperitivi ed uscite varie. "Stiamo a casa e al mio 'tre' tutti fuori: facciamo aperitivi, cene con gli amici e tutti in palestra". Intanto "state a casa".

Anche il cantante riminese Costantino (theclochard su Istangram) ha pubblicato una serie di storie lanciando l'hasthag #iomifermo invitando i suoi followers a usare la testa e la consapevolezza. «Lancio il messaggio opposto, invito a fermarsi a pensare e a stare a casa, perché altrimenti il problema non finirà qua e andrà avanti, peggiorando continuamente. Non credo che tutti abbiano compreso la gravità della situazione. Sono il primo a promuovere sempre la festa e la positività, oltre che organizzatore, ma ora devo anche essere fra i primi a dire stop, fermiamoci». Un invito a non pensare con egoismo solo a se stessi ma alle difficoltà che colpiscono trasversalmente ogni settore, lui compreso che ha dovuto annullare live ed eventi. «Non ho potuto fare il tampone perché non rientravo nei criteri stabiliti, nel frattempo ho ridotto le mie uscite del 50 per cento, ho chiuso l'ufficio, tornerò a fare la spesa nella bottega sotto casa e se vedrò amici sui social che continueranno a far finta di niente, non resterò impassibile. Dobbiamo aiutarci l'uno con l'altro, non basta quel che posso fare io».