Sabato 11 Luglio16:54:20
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coronavirus e Decreto Conte: riminese zona arancio. Precisazioni su lavoratori e trasporto merci

La Prefettura ha annunciato controlli sul rispetto del decreto del governo Conte

Attualità Rimini | 16:55 - 08 Marzo 2020 Sede della Prefettura di Rimini Sede della Prefettura di Rimini.

Aggiornamenti: è attesa un'ordinanza emanata dalla regione Emilia Romagna e dal Ministero dell'Interno nella quale sarà specificata l'applicazione del decreto firmato dal governo Conte. Le tempistiche dell'ordinanza non sono note. E' quanto emerso dalla videoconferenza tra Prefettura e sindaci. E' stato precisato che le zone interessate dal decreto sono zone arancione, non rosso. Sarà possibile il movimento delle persone per ragioni lavorative, sanitarie (ad esempio persone trasportate fuori provincia per radioterapia), ma anche di necessità (quali la spesa). La Prefettura ha dato indirizzo a tutte le forze dell'ordine di eseguire i controlli che partiranno oggi stesso. 

Come già anticipato dagli esponenti del governo sammarinese e come confermato dal presidente della Provincia Riziero Santi, al termine della videoconferenza con la Prefettura di Rimini, le limitazioni introdotte dal decreto del governo Conte non vietano spostamenti per comprovati motivi di lavoro ai lavoratori frontalieri, salvo essi siano in quarantena e positivi al virus. Gli interessati dovranno comprovare il motivo lavorativo dello spostamento con qualsiasi mezzo, inclusa una dichiarazione del datore di lavoro che potrà essere resa alle forze di polizia in caso di eventuali controlli. Stesso dicasi per i lavoratori che ad esempio devono spostarsi dalla provincia di Rimini a quella di Forlì-Cesena. Le merci possono entrare ed uscire dai territori interessati. Il trasporto delle merci è considerato come un'esigenza lavorativa: il personale che conduce i mezzi di trasporto può quindi entrare e uscire dai territori interessati e spostarsi all'interno degli stessi, limitatamente alle esigenze di consegna o prelievo delle merci.