Mercoledý 08 Luglio12:18:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Lavoratori frontalieri: governo sammarinese, "decreto Conte consente spostamenti lavorativi"

Il Segretario agli Esteri Luca Beccari: "Le zone di Rimini e Pesaro non chiudono aziende e fabbriche"

Attualità Repubblica San Marino | 13:02 - 08 Marzo 2020 Il confine dello stato sammarinese. Il confine dello stato sammarinese..

Oggi (domenica 8 marzo) nella conferenza stampa del Gruppo di coordinamento per le emergenze sanitarie, ha preso la parola il Segretario agli Esteri Luca Beccari, relativamente alla situazione dei tanti lavoratori frontalieri che interessano i territori sammarinesi e riminesi: «Il governo sammarinese fin da ieri ha contatti costanti con i rappresentanti istituzionali italiani, perché la preoccupazione riguardava l'adozione di misure che potessero incidere sulla mobilità dei lavoratori frontalieri. Ma il decreto consente gli spostamenti lavorativi, non li ha vietati. Le stesse zone di Rimini e Pesaro non chiudono le proprie aziende e le fabbriche». 
Il governo comunque si adeguerà alle disposizioni del governo italiano: in pratica i cittadini sammarinesi non possono recarsi nelle province di Rimini e San Marino salvo sia necessario, così i cittadini sammarinesi che sono domiciliati nel riminese o nel pesarese, potranno tornare a San Marino solo secondo quanto disposto dall'art.1 del decreto della Presidenza dei Ministri dell'8 marzo 2020: "Ci si muoverà solo per comprovate ragioni lavorative o situazioni di necessità o spostamenti per motivi di salute".