Giovedý 02 Aprile11:23:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coronavirus: discoteche chiuse, il sindacato chiede aiuti economici

"Preferiamo pagare i dipendenti, non le bollette", attacca il presidente Silb Emilia Romagna, Indino

Attualità Rimini | 15:20 - 06 Marzo 2020 Festa in discoteca (foto di repertorio) Festa in discoteca (foto di repertorio).

Il Silb (Sindacato degli imprenditori dei locali da ballo) chiede aiuti economici per la categoria dei locali notturni, dopo i provvedimenti statali di chiusura a seguito delle misure precauzionali finalizzate al contenimento dei contagi da Covid-19. Tar questi:  la sospensione dei versamenti di ritenute, contributi, premi, contributi previdenziali assistenziali e i premi per l'assicurazione obbligatoria, la sospensione dei diritti d'autore arretrati e la cassa integrazione in deroga. «Paghiamo le bollette o paghiamo i nostri dipendenti? Noi preferiremmo pagare i nostri dipendenti», attacca il presidente del Silb Emilia Romagna, Gianni Indino, che lamenta un'altra criticità: «Bar, ristoranti, circoli privati, discobar hanno operato in barba a tutte le disposizioni che venivano date a noi».