Luned́ 06 Aprile08:04:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Servizi educativi esternalizzati per il Coronavirus, ottenuto l’80 per cento della retribuzione

La buona notizia dalla Fp Cgil di Rimini nei giorni di attuazione dei decreti legge

Attualità Rimini | 17:06 - 03 Marzo 2020 Un'iniziativa della Cgil Rimini nella sede cittadina Un'iniziativa della Cgil Rimini nella sede cittadina.

Mentre prosegue l’impegno del sindacato Fp-Cgil per rendere permanente il confronto con tutte le istanze istituzionali, da quelle nazionali a quelle locali, nel tentativo di governare al meglio gli effetti socio-economici dell’epidemia Coronavirus, alcuni importanti risultati sono stati raggiunti.

Anche se «non siamo del tutto soddisfatti dei provvedimenti del Governo, vogliamo informare lavoratrici e lavoratori delle cooperative sociali occupate nei servizi educativi che in questo tempo di sospensione delle scuole verrà loro garantita la retribuzione (nelle condizioni date, il FIS-Fondo d’integrazione salariale copre l’80 per cento dello stipendio), quindi nessuno dovrà utilizzare ferie, permessi o banca ore, nessuno dovrà recuperare ore».

Gli ammortizzatori sociali sono previsti dal nostro ordinamento, vanno definiti al meglio e adattati all’attuale contingenza, con le coperture finanziarie necessarie e per il tempo che l’emergenza epidemiologica determinerà. «La situazione è in evoluzione, ci batteremo perché venga garantita la piena retribuzione. Diffidiamo chi in queste ore così difficili sta facendo circolare strumentalmente tra le lavoratrici e i lavoratori notizie false che non fanno che creare ulteriore panico».