Mercoledì 08 Luglio06:31:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio Promozione, Coppa Italia: Gabicce Gradara cerca la finale. Mercoledì ritorno col Biagio Nazzaro

Si gioca alle ore 15 a Chiaravalle. All'andata la squadra d Scardovi vinse 4-3. Vegliò squalificato

Sport Gabicce Mare | 16:56 - 02 Marzo 2020 Una fase del match di andata di semifinale allo stadio Magi Una fase del match di andata di semifinale allo stadio Magi.


Mercoledì si torna a giocare nel campionato di Promozione Marche. Va in scena la partita di ritorno della semifinale di Coppa Italia tra Biagio Nazzaro e Gabicce Gradara (fischio d'inizio ore 15). All'andata finì 4-3 per la squadra di Massimo Scardovi che ha a disposizione due risultati su tre per approdare alla finale dove affronterà la vincente del girone B tra Atletico Ascoli e Chiesanuova (1-1 all'andata).

Nel Gabicce Gradara sarà assente per squalifica l'attaccante Vegliò autore di una doppietta nella gara del Magi, oltre a Ciamaglia (influenza), Donati e Roselli (infortunati). In campionato a Chiaravalle (12 gennaio) finì per 1-0 per il Gabicce Gradara, nel ritorno unica sconfitta per la formazione di Malavenda, leader del girone.

Mister Massimo Scardovi, la sosta forzata - proseguirà nella provincia di Pesaro anche nel prossimo turno: il Gabicce Grdara torneà in campo sabato 14 marzo a Cantiano – è stato un vantaggio o uno svantaggio?

“Eravamo in un buon periodo di forma, come ha dimostrato il colpo sul campo del Valfoglia che ci ha permesso di consolidare il terzo posto, col morale molto alto; quando ti fermi sai cosa lasci ma non sai cosa trovi alla ripresa. Guardando il bicchiere mezzo pieno, la cosa positiva è che alla ripresa del campionato recupereremo Roselli e Ciamaglia. Mercoledì si gioca questa importante partita a Chiaravalle e potremo tenere la gamba allenata in funzione del campionato”.

Partite dal 4-3 dell'andata...

“Abbiamo un piccolo vantaggio, che cercheremo di mantenere, ma che non ci assicura nulla per cui dovremo giocare alla nostra solita maniera, cioè al massimo, per cercare di vincere, limitando al massimo gli errori. Guai avere un atteggiamento sparagnino perchè non è nelle nostre corde e ci condannerebbe in partenza alla sconfitta. E' una questione di mentalità, di atteggiamento, i tatticismi non sono ammessi. Del resto siamo vicini ad un grande traguardo, prestigioso per ciascuno dei miei giocatori e per la società, e dunque cercheremo di onorare al meglio questo impegno per toglierci una bella soddisfazione”.

Purtroppo sono numerose le assenze.

“Avrei preferito giocarmi questa chance con la rosa al completo, invece così non è: oltre a Roselli, Ciamaglia e Donati mancherà mancherà Vegliò per squalifica. Peccato, il nostro attaccante aveva segnato due reti all'andata e una rete contro il Valfoglia. Era in un gran momento di forma. In attacco con Bastianoni e Bacchielli vedrò chi utilizzare. Grassi è a disposizione,. Potrei fare anche qualche altra rotazione. Ho grande fiducia nei miei giocatori”.

Un occhio al campionato: l'obiettivo del Gabicce Gradara?

“Siamo al terzo posto e cerchiamo di difenderlo in tutte le maniere in vista dei playoff, che sono il nostro obiettivo stagionale. Abbiamo otto punti di vantaggio sulla sesta, ma il traguardo con sette partite ancora da giocare è tutt'altro che conquistato. Se poi riusciremo a fare qualcosa di più, tanto meglio”.