Venerd́ 10 Luglio10:29:47
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coronavirus: a San Marino si registra un nuovo caso, salgono a 8

Nuova ordinanza: quarantena ridotta a 14 giorni rispetto ai 20 precedenti

Attualità Repubblica San Marino | 14:25 - 02 Marzo 2020 Oapedale di Stato di San Marino Oapedale di Stato di San Marino.

Il Gruppo di coordinamento per le emergenze sanitarie della Repubblica di San Marino si è riunito come di consueto per fare il punto sull’infezione da nuovo coronavirus COVID-19 aggiornati.

L’AGGIORNAMENTO
Sono 8 i casi positivi (un nuovo caso), di cui 4 ricoverati all’Ospedale di San Marino (3 dei quali nella nuova ala predisposta al 2° piano della scala “F” e 1 in isolamento in Terapia Intensiva), 4 presso il proprio domicilio.
Si registra il decesso dell’88enne all’ospedale di Rimini. Sono inoltre 29 i tamponi totali effettuati, di cui 17 risultati negativi, 9 i positivi e 3 in attesa di esito. Mentre sono 80 quarantene domiciliari sui contatti stretti compresa la rete familiare, amicale e personale sanitario.


EMANATA LA NUOVA ORDINANZA
Nella notte è stata emanata la nuova ordinanza (n.3 del 1° marzo 2020) da parte della Segreteria di Stato alla Sanità che ha aggiornato anche le disposizioni sanitarie.
Tra le varie misure contenute, le modifiche alla quarantena, che viene ridotta a 14 giorni rispetto ai 20 precedenti, in stretta corrispondenza alle indicazioni internazionali (OMS) e il cui rispetto sarà garantito anche dalle Forze dell’Ordine.


L’AREA OSPEDALIERA VERRA’ AMPLIATA
È in corso un ulteriore ampliamento della nuova area ospedaliera per l’assistenza dei pazienti positivi all’infezione e che necessitano di ricovero.
Contemporaneamente si sta allestendo una struttura all’interno dell’Ospedale di Stato con un percorso dedicato sui casi sospetti e che hanno bisogno di accertamenti clinico-diagnostici e sono in attesa di conferma del tampone.


ATTENERSI ALLE DISPOSIZIONI
Il questa fase delicata della salute pubblica, il messaggio che si vuole trasmettere a tutta la cittadinanza è di evitare di cadere in facili allarmismi, mentre tutte le Istituzioni e le Autorità sono  impegnate in questa emergenza affinché resti forte il senso di sicurezza della nostra comunità.
Si ricorda alla cittadinanza che in caso di febbre, accompagnata da disturbi respiratori importanti, è necessario contattare telefonicamente il proprio medico curante oppure la Guardia Medica e va assolutamente evitato di recarsi al Pronto Soccorso o ai Centri Salute. Per informazioni contattare il numero 0549 994001 oppure la Centrale Operativa Interforze allo 0549 888888 per eventuali segnalazioni.