Venerd́ 03 Aprile06:26:32
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

No tax area a Rimini: al via il bando per contributi alle imprese commerciali della città

Disponibili 200.000 euro all'anno per il prossimo triennio, ecco le modalità per partecipare al bando

Attualità Rimini | 14:04 - 28 Febbraio 2020 Centro storico di Rimini in notturna Centro storico di Rimini in notturna.

Dal primo marzo a Rimini verrà riaperto il periodo di presentazione delle domande per i contributi previste dalla No Tax Area. Si tratta delle azioni previste per l’anno 2020 dall’articolato pacchetto voluto dall’amministrazione comunale per sostenere il settore commerciale e produttivo nel triennio 2019 – 2021, attraverso la concessione di contributi correlati alle imposte locali pagate.

L’investimento è di 600 mila euro complessivi spalmati regolarmente sui tre anni, con 200 mila euro per ogni annualità (2019 – 2020- 2021).

E' stato rivisto e aggiornato l’avviso pubblico (QUI) e  aggiornati tutti i modelli di domanda e la documentazione. Sarà possibile fare domanda (QUI), a seconda delle quattro distinte finalità comprese nel bando, entro il 10 novembre per la finalità 1 – start up di impresa - ed entro il 10 gennaio del 2021 per tutte le altre finalità.

 L'agevolazione è articolata in quattro distinte finalità:

“Start-up di impresa” (“Finalità 1”): valorizzazione del Centro Storico e dei Borghi, promozione dello sviluppo occupazionale nel territorio comunale e sviluppo dell'imprenditoria giovanile nel territorio comunale: termine per la presentazione delle domande 10 novembre 2020;

“Negozi aperti, vetrine illuminate” (“Finalità 2”): incentivi al contenimento dei canoni di affitto di locali a destinazione commerciale o produttiva e alla riattivazione temporanea di immobili non occupati da imprese attive; termine per la presentazione delle domande 10 gennaio 2021;

“Botteghe Storiche” (“Finalità 3”): sostegno alle Botteghe Storiche iscritte nell’Albo Comunale istituito ai sensi della Legge Regionale Emilia-Romagna n. 5 del 10 marzo 2008; termine per la presentazione delle domande 10 gennaio 2021;

“Edicola Punto Digitale” (“Finalità 4”): incentivo all’attivazione di servizi di rilascio di certificati anagrafici e altri prodotti digitali del Comune presso le rivendite di giornali e riviste; termine per la presentazione delle domande 10 gennaio 2021.

La richiesta di contributo deve essere inviata a mezzo di posta elettronica certificata all'indirizzo sportello.unico@pec.comune.rimini.it, indicando nell’oggetto del messaggio la frase “richiesta di contributo economico No Tax Area 2020– Finalità n. __” (indicare il numero della finalità per la quale si partecipa all'avviso).


Le novità


Per l’anno 2020 è stato previsto l’omogeneità della distribuzione dei 200 mila euro previsti tra tutte le quattro finalità; non cambia, invece, il meccanismo che prevede, una volta che dovessero essere esaurite le risorse prioritariamente assegnate ad ogni finalità, la ridistribuzione di eventuali resti che non fosse stato necessario utilizzare per le altre.


A che punto siamo


Sono  42 i procedimenti avviati nel corso dell’annualità 2019, così distributi (14 start-up, 10 canoni di affitto ridotti, 2 locali in disuso assegnati in comodato gratuito a organismi del terzo settore, 16 botteghe storiche).

“Sono misure concrete a sostegno del commercio e delle attività produttive – spiega l’assessore alle attività economiche Jamil Sadegholvaad – indirizzati a valorizzare le imprese in diversi ambiti, dalle start up alle botteghe storiche fino la riattivazione temporanea di spazi sfitti. Misure rivolte in particolare all’imprenditoria giovanile e alla valorizzazione di centro storico e borghi. Ogni euro pubblico investito è un volano a sostegno dei privati, in grado di incidere positivamente sia a livello sociale che occupazionale”.