Luned́ 06 Luglio19:11:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riminese colpito da Coronavirus: ricoverato con polmonite, condizioni stazionarie

L'assessore Venturi: "Non credo ci sia un focolaio in Romagna"

Attualità Cattolica | 16:30 - 25 Febbraio 2020 Sono stazionarie le condizioni del 71enne riminese affetto da coronavirus Sono stazionarie le condizioni del 71enne riminese affetto da coronavirus.

L'assessore alla sanità regionale Sergio Venturi ha fatto il punto in conferenza stampa sui casi di contagio da Coronavirus in regione Emilia Romagna. Quattro i nuovi casi, come già anticipato qualche ora fa, di cui uno riguarda il riminese. Si tratta di un 71enne residente a Cattolica che è attualmente ricoverato all'ospedale Infermi di Rimini, nel reparto malattie infettive, con una polmonite bilaterale. L'assessore Venturi ha spiegato che l'uomo "ha effettuato negli ultimi 20 giorni dei viaggi all'estero e sul piano epidemiologico si stanno facendo tutti gli accertamenti, per ricostruire tutti i contatti". Le condizioni del 71enne sono stazionarie. L'assessore Venturi ha puntualizzato: "Non credo ci sia un focolaio di coronavirus in Romagna, sono propenso a pensare che il caso possa essere ricondotto al contatto con una zona dove sappiamo che ci sia un'infezione". Ha aggiunto: "Il caso romagnolo ci scombina un po'". L'assessore evidentemente non si aspettava un caso di infezione così lontano dalle zone di contagio primario, ma questo rafforza l'idea che il 71enne abbia avuto qualche contatto con persone delle zone in cui si sono rilevati contagi.

Relativamente agli altri tre nuovi contagi (i casi in totale in regione sono 23) uno riguarda un operatore dell'Ausl, in isolamento presso la sua abitazione; gli altri due sono cittadini di Parma che hanno avuto contatti con cittadini di Codogno. Uno dei due è in isolamento presso il suo domicilio, l'altro ricoverato nel reparto malattie infettive dell'ospedale di Parma. 


La nota della Prefettura di Rimini sul 71enne contagiato


In relazione a quanto comunicato in via ufficiale nel corso della mattinata odierna dal Commissario straordinario Angelo Borrelli, si forniscono i seguenti aggiornamenti.  Rispetto al caso del cittadino risultato positivo all’esame da Coronavirus, ed il cui esito è pervenuto questa mattina, l’Azienda USL sta applicando in maniera rigorosa i protocolli scientifici previsti, al fine di limitare al massimo l’eventuale diffusione.

La patologia è stata individuata a seguito di esami clinici effettuati in ospedale. Il paziente, affetto da polmonite, è residente in provincia di Rimini ed è in corso l’indagine epidemiologica per verificare gli spostamenti effettuati e le persone con le quali ha avuto contatti stretti; saranno quindi attivati i relativi provvedimenti di presa in carico quali quarantena, domiciliare dove possibile, o di altro tipo in corso di valutazione e tamponi laddove sussistano i relativi criteri clinici.

Sono inoltre stati presi contatti con gli altri soggetti istituzionali che possono essere coinvolti nell’indagine stessa, in relazione al trasporto aereo e allo Stato estero presso il quale il paziente è rimasto alcuni giorni.

Sono già stati individuati, e presi in carico secondo i protocolli previsti, gli operatori sanitari che hanno avuto contatti con il paziente prima che venisse definito come caso sospetto e quindi fossero applicate le misure necessarie per evitare il passaggio del virus.

Il paziente è ricoverato all’Ospedale di Rimini, nel reparto di Malattie Infettive in isolamento. Le sue condizioni al momento sono stazionarie.

Con l’occasione si ribadiscono le raccomandazioni alla cittadinanza già rese note nei giorni scorsi e in particolare cittadini che abbiamo il sospetto di aver avuto contatti con il virus, specie se presentano sintomi, sono invitate a non recarsi di persona in Pronto soccorso o presso altre strutture sanitarie, bensì a contattare telefonicamente il proprio medico di famiglia o il 118, o il cellulare dedicato dell’igiene pubblica 3397720079, in modo da ricevere ogni utile indicazione sul da farsi.