Marted́ 07 Aprile21:04:38
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coronavirus, nel riminese supermercati presi d’assalto. Anche il lunedì mattina non è stato diverso

In poche ore sono andati letteralmente a ruba i prodotti a lunga conservazione, detersivi e igienizzanti

Attualità Rimini | 11:53 - 24 Febbraio 2020 Gli scaffali semi vuoti al Conad Boschetto di Riccione Gli scaffali semi vuoti al Conad Boschetto di Riccione.

Dopo la domenica in cui, chi ha potuto, ha fatto scorte e provviste attingendo a piene mani dai supermercati, anche il lunedì mattina non è stato diverso. In tutta la provincia di Rimini i supermercati di ogni dimensione sono stati presi d'assalto fino dall'apertura. Gli scaffali semi vuoti lasciati dalla domenica, non hanno fatto in tempo ad essere riassortiti che sono stati nuovamente presi d'assalto. Parcheggi dei supermercati stipati, tanta gente armata di pazienza ma anche di ansia, ha acquistato tutto quanto si poteva ritenere utile. Al Conad Superstore di Viserba è stato necessario limitare gli ingressi nella mattina di lunedì, per poter permettere a chi era all'interno almeno di riuscire a muoversi (vedi foto gallery). Lunghe code con i carelli si sono formate all'ingresso del market. Verso le 11 l'ingresso è tornato ad essere aperto normalmente. Gli approvvigionamenti ci sono, rassicurano dal supermercato, e non esitano a definire l'assalto alla merce "follia pura". Tanta gente anche alla Coop delle Celle, così come in altri supermercati provinciali. Al Conad "Il lago" di Rimini già domenica è stata una giornata piena di persone che hanno "ripulito" gli scaffali. Dal mattino di lunedì altra gente è tornata per fare la spesa con lunghe code alle casse e carrelli pieni. La merce acquistata spazia da alimenti a lunga conservazione a detersivi ed igenizzanti: basta solo che sopra sia indicato "amuchina" e il prodotto viene acquistato. Corsa all'acquisto anche in tutti gli altri market piccoli e grandi della provincia di Rimini.