Martedý 31 Marzo18:05:01
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Gemmano e le grotte fra i grandi: turismo esperienziale, natura e e-bikers

Interesse straordinario di diversi interlocutori con i quali si è iniziato un percorso di collaborazione

Attualità Gemmano | 09:57 - 22 Febbraio 2020 Turismo esperenziale Turismo esperenziale.

Le Grotte di Onferno dopo avere consolidato il successo di oltre 10mila presenze all'anno, anche grazie ad una destagionalizzazione della sua proposta escursionistica, che si sviluppa durante tutto l'anno, ora si apprestano ad entrare "in società" fra i grandi. “Come Sindaco di Gemmano – afferma Riziero Santi, primo cittadino -comune dell'unica Riserva Naturale Orientata della provincia di Rimini in cui si trovano le Grotte di gesso, ho voluto fortemente un coordinamento pubblico privato, che tiene insieme l'amministrazione comunale con la locale Pro Loco ed i gestori delle Grotte”.

L'obiettivo è di rafforzare il sistema territoriale e renderlo capace di valorizzare e fare esplodere la proposta turistica su scala provinciale e regionale. E' noto che uno dei segmenti in grande sviluppo e sul quale Regione e Visit Romagna stanno puntando ed investendo è quello del turismo esperienziale. Quale esperienza più suggestiva può venire rispetto a quello della prospettiva sotterranea e naturalistica che deriva dalla Riserva naturale e dalle grotte? In questo si è riscontrato l'interesse straordinario dei diversi interlocutori con i quali si è iniziato un percorso molto proficuo: le associazioni degli albergatori, le guide naturalistiche, il comune di Santarcangelo di Romagna col quale si è sottoscritto un protocollo d'intesa e di azione comune, l'Associazione nazionale Città delle Grotte che annovera fra i propri aderenti le grotte di maggiore successo in Italia come quelle di Castellana, e da ultimo Visit Romagna l'Ente regionale che si occupa della promozione turistica della Romagna. Nelle ultime settimane si sono tenuti diversi incontri a più livelli, tutti molto interessanti e proficui, dall'Assemblea nazionale Citta delle Grotte, a quello con gli amministratori di Santarcangelo.


DUE EDUCATIONAL
Quello del 25 gennaio con le Guide Ambientali Escursionistiche con 22 partecipanti da Marche Toscana ed Emilia-Romagna per  scoprire tutte le peculiarità e potenzialità della Riserva Naturale Orientata e vivere in prima persona un'esperienza emozionante in un sistema ipogeo nel gesso che ospita la più grande colonia riproduttiva regionale di pipistrelli. E poi l'educational del 7 febbraio con 26 partecipanti tutti dalla provincia di Rimini, con prevalenza di albergatori ma anche ristoratori, artigiani, commercianti e tour operator. L'iniziativa ha suscitato l'interesse dell'Associazione Italiana Albergatori Rimini, di Confesercenti Rimini (sede di Misano) e di Federalberghi Riccione.
Da ultimo si è svolto nei giorni scorsi l'incontro con Visit Romagna dove si è messo a punto un programma molto ricco ed intenso che vedrà la collaborazione di tutti i soggetti  e che culminerà nel prossimo appuntamento del Grotte Day che si svolgerà il 5 aprile. Il filo conduttore sarà appunto il turismo esperienziale: fra natura grotte e e-bikers.