Mercoledý 08 Luglio16:12:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il regista Maurizio Zaccaro incontra gli studenti del Liceo Giulio Cesare Valgimigli di Rimini

Proseguono alla Cineteca di Rimini gli appuntamenti del progetto "Corto di Colonie" vincitore del Bando PerChiCrea Siae e Miur

Attualità Rimini | 16:03 - 21 Febbraio 2020 Il regista Maurizio Zaccaro Il regista Maurizio Zaccaro.

Proseguono gli incontri organizzati all'interno del progetto "Corto di Colonie" vincitore del Bando Per chi crea 2018, Siae Mibac.  Dopo i registi Kristian Gianfreda e Stefano Bisulli, lo sceneggiatore Germano Tarricone, il musicista Roberto Paci Dalò e gli attori Tamara Cantelli, Michele Di Giacomo e Stefano Muroni, domani, sabato 22 febbraio, gli studenti che hanno aderito al progetto, incontreranno il regista Maurizio Zaccaro.
Zaccaro, regista, produttore cinematografico e sceneggiatore italiano che ha diretto film come “Un uomo per bene”, “Il Carniere” “Dove comincia la notte” e il recente “Nour” sulla storia di Pietro Bartolo il medico di Lampedusa, ripercorrerà la sua carriera presentando agli studenti alcuni dei suoi film.
Il famoso regista, intervistato da Paola Russo dell’Associazione Il Palloncino Rosso, incontra per la prima volta i ragazzi che stanno partecipando alla realizzazione del cortometraggio “Corto di Colonie” anche per trasferire alcuni dei “segreti” del mestiere.  
Attraverso una collaborazione con il territorio e le sue realtà artistico-creative, il progetto Corto di Colonie mira a realizzare un cortometraggio ambientato nelle colonie riminesi.
Da diversi mesi gli studenti stanno partecipando a laboratori di recitazione, fotografia, regia, storytelling e sceneggiatura con l’obiettivo di realizzare un cortometraggio.
Il progetto si avvale della adesione del Comune di Rimini, dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino, Corso di laurea magistrale in Design, della collaborazione delle Associazioni “Il Palloncino Rosso”, “Le città visibili”, “Smart Academy e Amarcort” e di numerosi  professionisti e artisti riminesi.
Coordinato dall’insegnante Maria Rita Semprini, il progetto si concluderà con un evento pubblico nel mese di giugno all’interno della prossima stagione di “Riutilizzarsi Colonia Bolognese”.