Mercoledý 01 Aprile04:50:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Stop degli straordinari, saltano le corse degli autobus: studenti lasciati a piedi

Arrivano segnalazioni sui disagi patiti dagli studenti. In corso una vertenza tra Start Romagna e sindacati

Attualità Rimini | 15:24 - 20 Febbraio 2020 Autobus di Start Romagna alla stazione ferroviaria di Rimini Autobus di Start Romagna alla stazione ferroviaria di Rimini.

Lo stop degli straordinari non dovuti, da parte degli autisti di Start Romagna, sta provocando disagi per gli utenti del trasporto pubblico locale, soprattutto gli studenti. La soppressione di alcune corse, conseguenza dello stop agli straordinari, ha suscitato alcune proteste. E' quanto accaduto ad alcuni studenti, caso raccontato da un genitore attraverso una segnalazione alla nostra redazione: "Da lunedì a oggi (giovedì 20 febbraio) il bus 2 delle 7.20, che porta i ragazzi a scuola, non passa", scrive il genitore, che come altri è costretto a portare il figlio a scuola, "con relativo ritardo sul posto di lavoro".  Il genitore invita l'amministrazione comunale a intervenire sulla vertenza che in questo momento sta coinvologendo i sindacati, in rappresentanza dei lavoratori, e i vertici di Start Romagna. Un altro genitore ci scrive: "vorrei segnalare che oggi Start Romagna ha lasciato a piedi la maggior parte degli studenti dell'Einaudi di Viserba. Con quel che paghiamo di abbonamento, non possiamo stare zitti davanti a questo scempio". I sindacati, in una nota stampa di ieri pomeriggio (mercoledì 19 febbraio) hanno accusato i vertici di Start di aver "azzerato ogni relazione sindacale" e hanno chiamato in causa l'amministrazione comunale di Rimini che, "pur essendo proprietaria, non ha mostrato alcun interesse rispetto alle richieste avanzate dai lavoratori". Le problematiche principali, ricordano i sindacati, sono in primis relative carenze di organico: non solo riguardanti il numero degli autisti, ma anche il personale dell'officina. Inoltre i sindacati lamentano "responsabilità superiori per gli autisti rispetto al loro inquadramento, turni stressanti anche a causa delle condizioni del traffico e delle strade, ferie e idennità non godute".
In merito alla vertenza, è intervenuto in una nota il presidente della Provincia di Rimini Riziero Santi: “Le agitazioni sindacali in corso nel settore del trasporto pubblico locale creano disagi e incertezza negli utenti. Questo soprattutto in un momento di forte rilancio del servizio e di interesse della potenziale utenza. Auspico una tempestiva ripresa delle relazioni sindacali soprattutto per non creare disagi agli utenti ma anzi migliorare il servizio. Auspico anche che l’Azienda convochi immediatamente i sindacati per riprendere la trattativa e che nel frattempo le organizzazioni sindacali possano garantire la continuità del servizio".