Mercoledý 08 Luglio16:22:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini e le pari opportunità: progetto provinciale tra i primi nella graduatoria regionale

Protagonista del progetto una rete articolata tra amministrazioni, enti, aziende, cooperative

Attualità Rimini | 10:53 - 20 Febbraio 2020 Rimini e le pari opportunità: progetto provinciale tra i primi nella graduatoria regionale

Il progetto Femminile#Plurale: il territorio in rete, candidato dalla Provincia di Rimini, si è classificato tra i primi, con un contributo di 24 mila euro, nella graduatoria del bando regionale per l’anno 2020 che assegna fondi a sostegno di progetti rivolti alla promozione e conseguimento delle pari opportunità e al contrasto delle discriminazioni e della violenza di genere (L.R. 6/2014 art. 8 bis).

Protagonista del progetto, insieme alla Provincia che è il soggetto proponente, è una rete articolata di partner che comprende Comuni, Unione Valmarecchia, Consigliera di parità della Provincia, enti di formazione, cooperative sociali, associazioni e aziende. Il progetto ha un valore complessivo di 40 mila euro, di cui 16 mila a carico della Provincia e 24 mila, come detto, finanziati dalla Regione.

“Anche questa volta la Provincia di Rimini – dichiara la Consigliera con delega alle Pari opportunità, Giulia Corazzi - si è fatta trovare pronta a cogliere in un’ottica di rete le opportunità che la Regione offre tramite i bandi per portare nel territorio provinciale risorse fondamentali per i nostri Comuni e le nostre associazioni impegnate nella lotta contro la violenza e le discriminazioni di genere. Mi preme sottolineare soprattutto l’impegno e il ruolo della Provincia di Rimini nel coordinare e collaborare con tutte le realtà territoriali pubbliche e private che compongono la rete e che lavorano insieme sui temi della prevenzione e sensibilizzazione. Con questo progetto si riconfermano i preziosi laboratori nelle scuole sull’intero territorio provinciale che quest’anno avranno come tema centrale la diffusione della cultura del rispetto e delle pari opportunità tramite lo sport, il teatro autobiografico come cura per le donne e come strumento di emancipazione, corsi di prima alfabetizzazione e di empowerment dedicati alle donne straniere e una campagna di comunicazione visiva che speriamo possa unire tutto il territorio nel contrasto di ogni tipo di violenza. La Provincia si conferma tra le più impegnate e competitive su questi temi a livello regionale e grazie a questo contributo il bilancio dell’ufficio Pari opportunità, tra fondi propri e finanziamenti regionali, supera i 100 mila euro.”