Luned́ 06 Aprile04:55:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Poggio Torriana, identità di territorio ed economia sostenibile per "Riparare il mondo"

Incontro domenica 23 nella Sala Teatro del Centro Sociale di Poggio Torriana secondo appuntamento della rassegna "Azioni sul calendario"

Attualità Poggio Torriana | 10:42 - 18 Febbraio 2020 Esterno del centro sociale di Poggio Torriana Esterno del centro sociale di Poggio Torriana.

E’ un invito ad interrogarsi sull’identità dei territori allargando lo sguardo a pratiche ed orizzonti comunitari nuovi, “controcorrente”, quello che arriva dal prossimo appuntamento di "Azioni sul calendario", programma di incontri a cura di Isabella Bordoni e Compagnia quotidianacom, nell’ambito della rassegna Mentre Vivevo. Un palinsesto scandito in quattro appuntamenti (la rassegna ha preso il via lo scorso 26 gennaio) che si svolgono nella Sala Teatro del Centro Sociale di Poggio Torriana.


Domenica 23 febbraio (ore 17) per il secondo degli incontri in programma, si è preso spunto dalla concomitanza con la celebrazione, in tutto il mondo, della Giornata della Lingua Madre e quella della Guida Turistica, per puntare un’attenzione nuova sul binomio identità e territorio.


"Riparare il mondo", il titolo del nuovo appuntamento che vedrà come protagonisti Tonino Perna, già collaboratore dell’ex sindaco di Riace Mimmo Lucano, Karen Venturini, docente dell’Università di San Marino, esperta di “Gestione dell’Innovazione”, ed Andrea Zanzini, ideatore di SassoErminia, primo Bed and Breakfast Eco-sostenibile.


A partire dalla testimonianza di Tonino Perna, economista grande esperto nei processi di costruzione della sostenibilità economica e della moneta locale, attivo nel settore del volontariato e delle ONG, l’intento è quello di aprire una finestra su esperienze sociali, culturali, del sapere, che possono contribuire a fare attecchire nuovi percorsi di comunità, nuovi modelli di economia: si parlerà dunque di moneta locale, di cooperative di comunità, di progetti innovativi che anche in ambito industriale possono far conciliare sostenibilità, cooperazione e sviluppo.


L’incontro, proprio per questa sua particolare valenza, è sostenuto da Banca Etica.


Tonino Perna, professore ordinario presso il Dipartimento di Economia, Statistica, Matematica e Sociologia dell’Università degli Studi di Messina, ha scritto diversi saggi sul rapporto economia-denaro-società, sulla dipendenza e il sottosviluppo, fra cui Mercanti imprenditori consumatori (Angeli, 1984), Lo sviluppo insostenibile (Liguori, 1994), Fair Trade (Bollati Boringhieri, 1998). Destra e Sinistra nell’Europa del XXI° secolo (Altreconomia, Milano , 2006), Dell’usura (Rubettino, 2009).


Karen Venturini svolge attività di ricerca nell’area “Gestione dell’Innovazione”. Ha collaborato con l’Università di Padova, l’Università di Tel Aviv, il National Institute of Advanced Science and Technology of Tokyo, l’Indian Institute of Science, l’Università Luiss di Roma. Con il corso di laurea in design dell’Università di San Marino, ha preso parte a progetti di cooperazione internazionale in Congo, in Marocco, in India e collabora con organizzazioni non governative e con la BJCEM a proposte di accoglienza per i rifugiati politici.


Andrea Zanzini, esperto nel dirigere, con processi innovativi, imprese sociali e organizzazioni non-profit, collabora nella Direzione di Enti Non Profit per la promozione della responsabilità sociale d’impresa, come green manager aziendale, come trainer e facilitatore per percorsi di partecipazione e per la mediazione dei conflitti. Dal 2006 al 2010 ha ricoperto come 'indipendente' il ruolo di Assessore all’Ambiente del Comune di Rimini.