Marted́ 20 Ottobre21:57:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

FOTO e INTERVISTE Rimini Calcio, mister Colella: "La mia squadra aveva più fame del Modena"

Arlotti a segno: "Non ricordo di non aver mai segnato di testa". Ventola: "Felice per il primo gol in casa"

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Rimini | 19:35 - 15 Febbraio 2020 Colella dopo la vittoria del Rimini a spese del Modena (in gallery Mignani, Calamai, Palma e Arlotti) Colella dopo la vittoria del Rimini a spese del Modena (in gallery Mignani, Calamai, Palma e Arlotti).

Il Rimini batte il Modena 2-0 al Romeo Neri e centra il terzo risultato utile di fila dopo due pareggi con Carpi in casa e Gubbio fuori, con quattro under dal primo minuto in campo. E’ la seconda vittoria della gestione di mister Giovanni Colella arrivata senza subire per la prima volta gol, la quarta in stagione, che di lasciare l’ultimo posto al Fano, di scena domenica in trasferta contro il Sud Tirol, ora a – 2 dai biancorossi.
Mister Giovanni Colella legge così l’hurrà della sua squadra: “Oggi al mia squadra aveva un po’ più di motivazioni dell’avversario, più fame, abbiamo voglia di tirarci fuori da questa situazione. Sono le persone che contano, non i moduli. I progressi sono costanti, ci vuole pazienza visto che abbiamo cambiato tanto. Spero che questo successo ci regali ancora più fiducia nelle nostre possibilità e sia il primo di altri. La condizione migliora e di pari passo migliora la capacità di leggere le situazioni tattiche in campo. Tutti sono coinvolti, chi entra è pronto a dare il proprio contributo”. E nel caso di Arlotti, il sostituto di Letizia, infortunatosi nella rifinitura di venerdì (lieve distorsione al ginocchio), si è visto.
Scott Arlotti ha firmato la seconda rete stagionale dopo quella nel derby col Cesena. Un bel gol, di testa, pesante, al tramonto della prima frazione. “Non ricordo di avere mai segnato di testa, neppure nel settore giovanile  – sorride Arlotti  - Sono contento per i tre punti prima di tutto oltre che per la mia marcatura visto che non giocavo da qualche tempo anche per via di un infortunio e non è mai facile trovare il ritmo quando stai fuori. La prima parte di partita è stata equilibrata e la mia rete su finire della frazione è stata importante per portare il derby dalla nostra parte. Nella ripresa siamo cresciuti, non abbiano concesso nulla. L’atteggiamento è stato giusto”.
Danilo Giacinto Ventola è stato l’altro protagonista della giornata con la rete del raddoppio: per l’attaccante classe 2000 è il secondo centro stagionale (il primo a Reggio Emilia). “L’ho fatto di sinistro, che non è proprio il mio piede, calciando di collo, forte  – sorride Ventola – dopo lo stop di destro. E’ stata una bella rete anche per il modo in ci è stata confezionata l’azione  dai miei compagni. Mi è venuto spontaneo poi correre sotto la curva, ero felice, il primo gol in casa dà una emozione diversa. E’ una grande vittoria, contro una squadra di valore, in una partita condotta ad alta intensità, con spirito di sacrificio: abbiamo cercato di rispettare al meglio le direttive del mister. Quando siamo stati messi alle strette ci siano difesi con ordine per poi ricominciare a giocare. Per quanto mi riguarda, quanto il mister mi chiama in campo cerco sempre di dare il massimo indipendentemente dal minutaggio. E ora dobbiamo continuare fin dalla prossima partita di Verona”.
Dall’altra paret amaro mister Michele Mignani: “Nel primo tempo ho visto un bel Modena, che ha messo in difficoltà il Rimini interpretando bene il match; nella ripresa no: abbiamo subito le iniziative del Rimini, non siamo stati pericolosi. Non credo sia questione di motivazioni,  non ci voglio pensare, sarebbe assurdo: siamo in una grande società e tutti dobbiamo lottare per ottenere il massimo, centrare il miglior piazzamento possibile e guadagnarci la riconferma per il prossimo campionato”.

ASCOLTA L'AUDIO