Sabato 24 Ottobre17:17:23
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Chiusura America Graffiti, preoccupa la situazione dei 23 dipendenti ancora senza risposte

Ieri all'incontro convocato dai sindacati non si sono presentati i concessionari

Attualità Rimini | 10:15 - 11 Febbraio 2020 L'America Graffiti all'altezza di piazzale Kennedy, chiuso da fine gennaio per diatribe gestionali L'America Graffiti all'altezza di piazzale Kennedy, chiuso da fine gennaio per diatribe gestionali.

Crescono le preoccupazioni per la sorte dei 23 dipendenti dell'America Graffiti di Rimini, quello che sorge su una concessione demaniale comprensiva della spiaggia e di un chiosco della cui gestione si occupa la "Nettuno Snc", grande assente al primo tavolo convocato lunedì dalla Filcams Cgil per discutere il futuro impiegatizio dei lavoratori dipendenti in precedenza della "Netturno 2010" a seguito della chiusura improvvisa del locale.

Ne parla con meraviglia l'avvocato Massimiliano Angelini: «La società di Pier Paolo e Pier Antonio Parmeggiani, concessionaria dell’area demaniale e della struttura, non si è presentata, né ha inviato una qualsivoglia comunicazione per giustificare la propria assenza», segnala. «Chi ha chiesto e ottenuto in via temporanea la restituzione dell’azienda non sembra intenzionato ad adempiere al dovere di garantire la continuità delle prestazioni lavorativa dei dipendenti giuridicamente previsto in caso di retrocessione dell’azienda. È stata persa un’altra occasione per tutelare 23 lavoratori e le loro famiglie di cui, chiaramente, non si hanno cuore le sorti».