Sabato 31 Ottobre23:21:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione vince il bando ‘Sport e Periferie’, sesta in regione, tra i primi 100 in Italia

Il progetto presentato sarà finanziato con 500 mila euro dal Fondo Sport e Periferie

Attualità Riccione | 14:23 - 10 Febbraio 2020 Lo stadio Nicoletti di Riccione Lo stadio Nicoletti di Riccione.

Il Comune di Riccione è tra i Comuni italiani assegnatari del “Bando Sport e Periferie" 2018. Le risorse sono assegnate ai beneficiari, nel rispetto dell'ordine di graduatoria, secondo quanto previsto nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (31 ottobre 2018). Il piazzamento del Comune di Riccione è ottimo, in quanto è tra i primi 100 (91esimo) su 1311 Enti entrati in graduatoria, aggiudicandosi  così un punteggio di 63.9. Il progetto presentato e, finanziato con 500 mila euro dal Fondo Sport e Periferie, è stato elaborato con la consulenza della società di finanza agevolata Finproject, ed è destinato alla riqualificazione degli impianti sportivi del Centro sportivo “Nicoletti”. 
Il progetto, presentato nel bando Sport e Periferie, cui hanno concorso  tutti gli uffici tecnici e amministrativi del Comune, è risultato 6° in Regione Emilia Romagna.



Il fondo finanzia i progetti entrati in graduatoria che comportino una spesa complessiva fino alla concorrenza delle risorse finanziarie disponibili sul capitolo del bilancio dello Stato "Fondo Sport e Periferie" anno 2019, per un importo pari ad 27.700.000 euro.


“Riccione è un Comune sempre più qualificato e che riesce ad ottenere risultati sia in ambito regionale che in quello ben più ampio nazionale”. Così il sindaco Renata Tosi. “Perché è un dato che Riccione si è piazzato  tra i primi 100 Comuni in Italia con un progetto di riqualificazione per il nostro centro sportivo “Nicoletti”, esaminato a livello ministeriale tra migliaia di altri progetti presentati. Quello di Riccione è stato ritenuto valido di finanziamento. E’ attraverso la competenza tecnica e politica che si possono ottenere questi risultati che sono estremamente importanti perché si tratta di avere la possibilità di spendere soldi in più per i servizi da dedicare ai nostri cittadini”.