Luned́ 03 Agosto23:19:54
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio Promozione: poker Salomone, Russi senza pietà con il Novafeltria (0-5)

Ma i locali contestano fortemente l'arbitraggio per le due espulsioni di Ceccaroni e Rinaldi e il rigore del raddoppio

Sport Novafeltria | 16:33 - 09 Febbraio 2020 Le squadre all'ingresso in campo (in gallery l'undici del Novafeltria, i portieri Romani e Bartolini, la terna arbitrale) Le squadre all'ingresso in campo (in gallery l'undici del Novafeltria, i portieri Romani e Bartolini, la terna arbitrale).

Novafeltria - Russi 0-5


NOVAFELTRIA: Romani, Gori P., Mahmutaj (11'st Crociani A., 28'st Taioli), Rinaldi, Bravaccini, Ceccaroni, Mezgour, Piva, Luzzi (41'st Crociani M.), Barducci (39'st Balducci), Hysa (31'st Gori M.).
In panchina: Cappella, Giovagnoli, Bindi, Lunadei. 
All. Fabiani.
RUSSI: Bartolini, Fantinelli, Piras, Gualandi, Caidi, Vasumini, Ferretti, Dumitru (35'st Rava), Salomone, Fabbi, Keita (33'st Bolognesi).
In panchina: Casadio, Martini, Troncossi, Zoli, Rotondi, Bedeschi, Papa.
All. Candeloro.

ARBITRO: Gagliardini di Macerata (Assistenti: Guido di Bologna e Bissioni di Cesena).
RETI: 33'pt rig., 21'st rig.,  42'st e 46'st Salomone, 32'st Dumitru.
NOTE: espulsi Ceccaroni e Rinaldi, ammoniti Gualandi, Luzzi, Bravaccini.

SECCHIANO. Dopo la sconfitta con il Torconca, il Russi riprende la marcia in vetta al girone D di Promozione, superando senza pietà un Novafeltria ridotto in nove. Nel 2020 la squadra allenata da Fabiani aveva vinto entrambe le partite giocate a Secchiano, contro Fosso Ghiaia e Bagnacavallo, ma oggi si è dovuta arrendere: la superiorità della capolista non è certamente in discussione, ma i locali contestano l'arbitraggio. Nel mirino le due espulsioni e il secondo rigore, che ha di fatto spianato la strada agli arancioni, trascinati da Salomone e da un incontenbile Keita. Nel tabellino resta però una sconfitta pesante nel contenuto e pesante per il morale.

Fabiani, con Taioli non al meglio, ha dato fiducia alla coppia centrale Ceccaroni-Rinaldi, inserendo Mahmutaj nel ruolo di terzino. E' il Russi a iniziare in attacco, al 6' Salomone in girata scalda i guanti di Romani, che blocca con sicurezza. Al 20' la squadra ospite ha un buona opportunità, con Salomone abile a chiudere il triangolo a Keita, che dal limite non inquadra il bersaglio. La risposta del Novafeltria arriva due minuti con un'azione personale di Luzzi, che dopo una palla persa a centrocampo dal Russi, si invola in contropiede. Luzzi ignora però Mezgour e si fa togliere il pallone dai piedi dall'ottimo intervento in uscita bassa di Bartolini. La partita si sblocca così al 33' su un rigore fischiato per fallo di Ceccaroni, anche ammonito. Salomone non sbaglia, il tiro è troppo angolato per Romani che intuisce, ma non ci arriva. Al 41' un contrasto aereo costa il secondo giallo a Ceccaroni, espulso: decisione che lascia molti dubbi. Fabiani accentra Paolo Gori e accentra Hysa, ma a sorpresa a fine frazione è la squadra di casa a sfiorare il gol al termine di un'azione convulsa, con Bravaccini che intercetta una respinta e calcia da posizione favorevole, trovando però sulla sua strada un ottimo Bartolini che respinge. In avvio di ripresa al 1' su calcio d'angolo un colpo di tacco innesca il tentativo rasoterra di Salomone, che manda di poco a lato. Fabiani sostituisce Mahmutaj con Crociani, schierato nel ruolo di terzino sinistro, che sarà poi costretto a uscire per infortunio (si sospetta rottura del tendine di achille). Il Novafeltria prova a reagire e al 60' sfiora il pareggio: Barducci dalla trequarti lancia Mezgour in area, l'attaccante lavora un pallone d'oro per Bravaccini che si inserisce e calcia a botta sicura di piatto, trovando sulla sua strada il solito puntuale Bartolini. Al 64' Keita, incontenibile, mette al centro un pallone per Salomone, anticipato dalla pronta uscita di Romani. Due minuti dopo l'episodio che decide la gara: Rinaldi atterra in area Dumitru e viene espulso. Rigore contestato dai locali che Salomone trasforma. La gara è praticamente conclusa. Al 77' Keita salta due avversari e crossa per il colpo di testa vincente di Dumitru. All'87' Salomone, che aveva già sfiorato il gol poco prima, scatta in contropiede, salta Romani in disperata uscita e firma il tris di reti personale. Al 91' il bomber infila il personale poker di testa un cross dalla trequarti.