Mercoledý 21 Ottobre18:21:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

FOTO Volantinaggio residenti del quartiere De André in protesta contro la giunta Gnassi

Il comitato di abitanti: "Abbiamo avuto parole di incoraggiamento, proseguiamo con la nostra protesta"

Attualità Rimini | 07:44 - 09 Febbraio 2020 Il volantinaggio dei residenti di via De André a Rimini Il volantinaggio dei residenti di via De André a Rimini.

Come anticipato, i residenti del quartiere De Andrè hanno avviato una forma di protesta contro l'amministrazione comunale di Rimini, a causa di lavori di urbanizzazione non ancora ultimati, dalla ditta incaricata, a distanza di 10 anni dalla costruzione di palazzine di edilizia convenzionata. Ieri (sabato 8 febbraio) è stato effettuato un volantinaggio, spiegano, "per ribadire ai non residenti che parcheggiano in via De André, che la stessa non è una strada comunale ma è un cantiere e che quindi i rischi per danni a cose o persone sono sempre in agguato e sono a loro rischio e pericolo". L'amministrazione comunale di Rimini dal canto suo ha promesso celere risoluzione del problema, con il subentro di un altro soggetto privato attuatore dell'intervento.


La nota dei cittadini


Come anticipato nei social e sulle testate giornalistiche, oggi gli abitanti di via Fabrizio de André, hanno fatto un volantinaggio per informare i non residenti, che utilizzano i parcheggi posti illinterno del comparto abitativo della via De André, che le aree sono di cantiere e che per eventuali danni a persone o cose non ne risponderà nessuno.
Nessuno di loro sapeva che stavano entrando in un'area di cantiere non collaudata, con tutti i rischi che questo comporta. 
Abbiamo raccontato la nostra storia che dura ormai da 10 anni e tutti hanno avuto parole di solidarietà e di incoraggiamento e ci hanno incitato a proseguire con la nostra protesta.


Le richieste


Segnaletica che indichi espressamente il Divieto di accesso per area cantiere escluso i residenti.

Rimozione immediata di tutte le situazioni di rischio per l'incolumità dei residenti in primi i bambini.

Un impegno certo con cronoprogramna per il completamento delle opere.

Nell'attesa che ciò avvenga saranno adottate forme di protesta pacifica, tese a sensibilizzare l'opinione pubblica sulle problematiche su esposte”.