Domenica 05 Luglio05:44:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM, nel Q1 è scontro diretto alle spalle della capolista

Sabato nel Q2 c’è l’esame Fiorentino per la capolista Faetano. Il Cosmos affronta il Domagnano

Sport Repubblica San Marino | 14:53 - 07 Febbraio 2020 Claudio Bartoletti, allenatore del Cailungo (foto FSGC) Claudio Bartoletti, allenatore del Cailungo (foto FSGC).

Dopo la vittoria nel big match con La Fiorita, il Tre Fiori cerca conferme per mantenersi domiciliato al piano più alto del Q1. Contro il Cailungo, Matteo Cecchetti deve fare i conti con la lista degli squalificati: oltre a Della Valle e Lunardini, il tecnico gialloblù non potrà contare sulla fisicità e sui gol di Andrea Compagno, espulso nel finale della sfida di una settimana fa, e dovrà inoltre misurarsi con la voglia di rivalsa di una squadra, quella di Claudio Bartoletti, che dopo la vittoria al debutto nella Seconda Fase ha collezionato solo sconfitte, le ultime tre delle quali di misura. In vetta al Q1 c’è anche il Tre Penne, alla ricerca della terza vittoria di fila. Sulla strada dei campioni in carica, domenica, si parerà la Virtus, rinfrancata dalla vittoria – la prima nel Q1 – centrata nel turno scorso a spese della Libertas e desiderosa di proseguire la propria risalita, lei che al momento occupa la zona centrale della graduatoria con cinque lunghezze di ritardo dalla Folgore, quarta.

Quest’ultima è ancora imbattuta nel Q1 e punta a confermare quanto di buono fatto fino ad oggi, specialmente nell’ultima giornata che l’ha vista travolgere il Murata con un 5-0 senza appello. Non sarà una missione semplice, però, quella dei ragazzi di Omar Lepri, attesi da una delle prove più difficili del calendario: l’avversaria di turno sarà La Fiorita, che oltre al valore tecnico metterà sul campo anche la voglia di riscatto derivante dalla sconfitta subita contro il Tre Fiori, costata alla banda di Tamburini la discesa dalla prima alla terza casella del girone. Divisi da appena un punto, giallorossoneri e gialloblù si sfideranno in quello che può tranquillamente essere considerato l’incontro più atteso della domenica; un incontro con vista sui piani più alti del girone e al quale, proprio per questo motivo, la coppia di capolista guarderà con particolare interesse.
Ad Acquaviva andrà in scena un confronto fra squadre che fin qui hanno avuto un andamento piuttosto lento. Il fanalino Murata – una vittoria e quattro sconfitte dall’inizio della Seconda Fase – vuole ritrovare le sensazioni di due giornate fa, quando i bianconeri riuscirono a sbloccarsi salvo poi sbattere fragorosamente sulla Folgore soltanto pochi giorni dopo. Ha fatto leggermente meglio la Libertas, che oltre alla singola vittoria può vantare un pareggio, quello d’esordio contro la Folgore, e quindi un punto in più rispetto ai rivali di giornata.

Retrocedendo al programma del sabato, vale a dire quello del Q2, c’è l’esame Fiorentino per la capolista Faetano, alla ricerca della terza vittoria consecutiva e in generale del quinto risultato utile su cinque. Spera in un passo falso dei gialloblù di Cioffi il Domagnano, che dopo un turno di riposo foriero di brutte notizie sul fronte della classifica punta ad una ripartenza con il botto, sulla scorta magari del successo centrato nell’ultima gara giocata, terminata con un netto 4-0 ai danni del Pennarossa. Il Cosmos proverà a rovinare i piani della compagine giallorossa, con la necessità anche di cancellare il pesante 1-5 rimediato contro lo stesso Pennarossa. Quest’ultimo, a seguito proprio di quel successo, ha agganciato al secondo posto il Domagnano e vuole continuare l’inseguimento al Faetano, passando per una prova – la sfida alla Juvenes-Dogana – sulla carta non proibitiva. Ma c’è da esser certi che Daniele Abbondanza abbia già messo in guardia i suoi dal pericolo di fidarsi troppo della classifica, sapendo peraltro che la Juvenes è in serie positiva da due turni e che ha la possibilità – dovesse centrare proprio domani la prima vittoria nel torneo – di scavalcare il San Giovanni penultimo e questa giornata costretto al turno di riposo.