Domenica 31 Maggio06:37:28
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calano le imprese artigiane in provincia di Rimini: crescono però quelle legate al turismo

In flessione (-3,0%) le imprese artigiane nel settore "Trasporto e magazzinaggio"

Attualità Rimini | 13:11 - 07 Febbraio 2020 Al 31 dicembre 2019 in provincia di Rimini sono presenti 9.539 imprese artigiane attive Al 31 dicembre 2019 in provincia di Rimini sono presenti 9.539 imprese artigiane attive.

Nel territorio delle province di Forlì-Cesena e Rimini, un’impresa su tre è artigiana; nei settori delle costruzioni e dei servizi alla persona (lavanderie, acconciatori, centri benessere) 8 su 10; nelle attività manifatturiere e nei trasporti 7 su 10. nel 2019, stabili le attività artigiane nel settore dei servizi alla persona; in crescita le imprese del comparto alloggio e ristorazione. In aumento le società di capitale.
 
 I dati elaborati dal nostro Ufficio Informazione economica confermano la rilevanza, la diffusione e la centralità dell’Artigianato nel sistema territoriale. Settore che rappresenta un terzo delle imprese totali, con tutto ciò che significa, in termini positivi, per la nostra economia e per il nostro patrimonio di competenze",  dichiara Alberto Zambianchi, Presidente della Camera di commercio della Romagna.

Al 31 dicembre 2019 in provincia di Rimini sono presenti 9.539 imprese artigiane attive, in flessione dell’1,0% rispetto al medesimo periodo del 2018 (-1,1% in regione, -1,0% a livello nazionale). L’artigianato rappresenta in provincia il 28,0% delle imprese attive totali, a fronte del 31,4% dell’Emilia-Romagna e al 25,1% nazionale.
Con riferimento ai settori di attività economica, le imprese artigiane delle Costruzioni rappresentano il 40,2% del totale e sono in flessione dell’1,1%; il 19,6% operano in quello Manifatturiero (-2,1% la dinamica), il 12,9% nelle “Altre attività di servizi” (+0,6%), che comprende iniziative imprenditoriali prevalentemente rivolte alla persona (acconciatori, lavanderie, centri benessere) e si caratterizza per l’elevata intensità artigiana (l’82,8% delle imprese del settore è artigiana).
In flessione (-3,0%) le imprese artigiane nel settore “Trasporto e magazzinaggio” (pari al 7,4% del totale); crescono invece le attività artigiane collegate al turismo (Alloggio e ristorazione: incidenza 5,9%, +2,0% la dinamica tendenziale).
Con riferimento alle aggregazioni territoriali della provincia di Rimini, la maggioranza delle imprese artigiane si ritrova nei Comuni marittimi (dove quello di Rimini è prevalente con il 38,0% del totale delle imprese artigiane, in flessione dell’1,1%), mentre la loro intensità (numero imprese artigiane sul totale delle imprese attive) è superiore alla media nelle vallate (Valconca, Valmarecchia e area del Basso Conca), che costituiscono il 37,0% del totale dell’artigianato provinciale. Nell’area del Basso Conca 3 imprese su 10 sono artigiane, in diminuzione dell’1,2% rispetto al 3112/2018; nellla Valconca 4 imprese su 10 sono artigiane, in aumento dello 0,9% rispetto al 31/12/2018 (da evidenziare la dinamica in controtendenza); in Valmarecchia 4 imprese su 10 sono artigiane, in flessione dell’1,5%.
In generale, nelle aree collinari (dove si concentra l 21,9% delle imprese artigiane) l’intensità dell’artigianato è superiore alla media provinciale (35,7% contro 28,0%) e la dinamica imprenditoriale appare stabile negli ultimi 12 mesi (+0,1%).
Le ditte individuali, che rappresentano la maggioranza delle forme giuridiche artigiane (il 72,9%), sono in flessione dell’1,2%. Le società di capitale sono invece in aumento del 5,0%, con una dinamica sovrapponibile a quella degli altri territori di riferimento (Emilia-Romagna e Italia) e costituiscono il 7,1% delle imprese artigiane provinciali.