Sabato 31 Ottobre22:22:05
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Internazionalizzazione delle imprese: come far crescere un’azienda all’estero con il digitale

Le opportunità offerte dal digitale e le strategie da attuare per avere successo

Attualità Nazionale | 13:50 - 06 Febbraio 2020 Crescita azienda all'estero con il digitale Crescita azienda all'estero con il digitale.

Internazionalizzare un’impresa costituisce uno step fondamentale per portare la propria attività verso una crescita reale. Questo è vero specialmente in un’epoca in cui il digitale è alla portata di tutti, delle persone ma anche delle aziende, che grazie alla rete possono ottimizzare i propri investimenti e abbattere i costi. Un tempo ampliare il proprio business all’estero era un obiettivo concesso soltanto a chi poteva contare su un budget molto importante, ma oggi – sfruttando i canali digitali – tutte le imprese possono riuscirci.

Le opportunità offerte dal digitale

Grazie al digitale possiamo espandere i nostri confini, andando ad affrontare anche alcuni mercati stranieri potenzialmente molto redditizi. Possiamo farlo tramite la rete, ad esempio lanciando un e-commerce, che consente di vendere all’estero con il minimo sforzo. Si tratta di un settore in forte crescita: quasi due miliardi di persone al mondo hanno effettuato almeno un acquisto online e il giro d’affari fa registrare numeri da capogiro. Senza considerare poi che investire in un e-commerce risulta quasi economico se messo a confronto con i costi che affrontavano le aziende per internazionalizzarsi prima dell’avvento del digitale. E proprio sui costi serve fare un ulteriore approfondimento, dato che la digitalizzazione dei processi permette di abbatterli. Aprire un e-commerce, tuttavia, non assicura automaticamente il successo di un brand. Per ottenerlo è necessario mettere a punto una serie di strategie vincenti e combinare tra loro SEO, e-commerce e social network, un mix capace di produrre risultati davvero eccezionali.

Le strategie da attuare per avere successo

Il primo consiglio per realizzare un investimento digitale di successo all’estero è di selezionare con grande attenzione il mercato da “colpire”, perché potrebbe anche non essere adatto (o non pronto) al prodotto o servizio che vendiamo. A livello tecnico, invece, occorre affidarsi sempre a un bravo e-commerce specialist per la realizzazione della piattaforma, e creare un team con esperti in ogni campo: dalla SEO fino ad arrivare alla gestione delle pagine sui social network. Affinché la comunicazione sia efficace, occorre adattare i contenuti al target di riferimento, partendo in primis dalla traduzione degli stessi nella lingua prescelta. Per realizzare un lavoro di qualità, è preferibile affidarsi a un traduttore professionista di pagine web e siti internet, reperibile sul sito di Global Voices per esempio. L’utente finale, infatti, passa pochi secondi a navigare su un sito web e, se si accorge di eventuali errori, etichetta quel sito come poco serio e per niente affidabile. Ciò provoca notevoli danni d’immagine al brand, compromettendone la scalata al successo: per questo conviene prestare la massima attenzione a tali fattori. Inoltre, mai aggredire un mercato senza aver prima studiato la concorrenza, perché questo passaggio consente di individuare eventuali nicchie di mercato in cui inserirsi, evitando così i settori già saturi.

Infine, c’è una regola fondamentale da tenere sempre ben presente: va analizzato sempre con grande cura il contesto giuridico dei vari paesi, dalla tassazione al servizio clienti, fino alle merci potenzialmente proibite, così da evitare multe e sanzioni.