Mercoledý 03 Giugno02:40:59
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Un altro tesoretto archeologico recuperato a Saludecio dai Carabinieri

A casa di un pensionato monete in argento e bronzo, croci, e suppellettili

Cronaca Saludecio | 11:13 - 06 Febbraio 2020 Reperti archeologici rinvenuti Reperti archeologici rinvenuti.

Ancora un tesoro archeologico nascosto in Valconca a casa di un 71enne pensionato di Saludecio. L'uomo, incensurato, aveva in casa una preziosa collezione privata illecita. Anche in questo caso, come quello di pochi giorni fa, l'"archeologo" ha dichiarato di aver collezionato il tutto dopo diverse giornate passate a spasso in Valconca con il metal detector. Il tesoro ritrovato è composto da croci in bronzo, monete d'argento e bronzo, medaglie, altri pezzi d'argento e anche tre mortai di artiglieria antichi. Tutto è stato sequestrato e il pensionato si è beccato una denuncia. I militari ritengono che non si tratti di due casi isolati e le indagini sono ancora in corso.

Questo il materiale rinvenuto:

Una croce reliquiario in bronzo, di area ortodossa – bizantina, raffigurante due immagini di santi con lettere greche di dazione medioevale – moderna;
Due monete d’argento da “un denario” risalenti al I e II secolo d.C.;
Una medaglia malatestiana in bronzo di “Sigismondo Pandolfo Malatesta”, risalente alla metà del XV secolo;
Due  medaglie malatestiane rispettivamente raffiguranti “Sigismondo” e “Isotta”, risalenti ad epoca compresa tra il XVI – XIX secolo;
Un vasetto e nr.1 frammento, entrambi in ceramica, risalenti al periodo compreso tra il XVI ed il XVII secolo;
Tre mortai di artiglieria, risalenti al periodo compreso tra il XVI ed il XVII secolo;
Sei pezzi d’argento lavorati a mano, risalenti al periodo compreso tra il XVI ed il XVIII secolo;
Dieci pezzi di varia tipologia, risalenti al periodo compreso tra il XVI ed il XIX secolo;
Una moneta italiana in bronzo, datata 1699.