Lunedì 06 Aprile01:07:24
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini Calcio, a Gubbio per invertire il trend esterno da incubo: solo tre punti

Trasferta da non sbagliare. Mister Colella: 'Dare continuità'. Rientra Remedi, Cigliano trequartista

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Rimini | 13:33 - 08 Febbraio 2020 Il tecnico del Rimini Giovanni Colella in conferenza stampa Il tecnico del Rimini Giovanni Colella in conferenza stampa.


Primo di una lunga serie di scontri diretti aspetta il Rimini domenica. Gioca  in trasferta (ore 17,30), contro il Gubbio, reduce da una striscia di tre vittorie, un pareggio (nell'ultimo turno a Vicenza) e una sconfitta e a quota 25 punti, nove in più della squadra di Colella. E' l'occasione per ribalyare un trebnd ultranegativo. unica formazione a non avere mai vinto lontano dal Neri: in 11 trasefrta solo tre pareggi, peggiore attacco 88 gol come la Fermana) e peggiore difesa (23 reti subite).
In casa biancorossa assenti lo squalificato Palma e gli infortunati Mendicino, Candido, Messina oltre ovviamente Agnello. Tornano disponibili Arlotti, recuperato, e Remedi, che ha scontato il turno di stop. Quest'ultimo giocherà a centrocampo al fianco di Calamai e Montanari con Cigliano spostato nel ruolo di trequartista al fianco di Letizia con Gerardi unica punta.
Il tecnico Giovanni Colella cerca  continuità di risultati: “Il primo obiettivo è abbandonare l'ultimo posto, poi vedremo se saremo in grado di alzare l'asticella fino alla salvezza diretta”.
Tornano alla vittoria sfumata contro il Carpi, dice: “Al di là dell'arbitraggio siamo stati ingenui, sia nell'espulsione di Palma sia nella prima rete subita in una azione in cui ci siamo fatti beffare in area in superiorità numerica”.
La squadra è comunque in crescita. “Il Rimini si trova in una condizione che è molto simile a quella che hai in agosto e invece siamo a febbraio. Bisogna lavorare su concetti semplici ed evitare di strafare perché il tempo è quello che è. E' una squadra molto rinnovata, non abbiamo fluidità di manovra e non so se l’avremo, la consapevolezza è che non saremo mai perfetti, tuttavia cerchiamo di migliorare piano piano ed evitare il più possibile gli errori”.
Sul Gubbio dice: “E' la squadra più in forma, ha trovato il giusto assetto, subisce pochi gol. Una squadra anche difficile da affrontare, molto aggressiva, molto compatta. Ha trovato la sua identità, speriamo di trovarla presto anche noi”.

ASCOLTA L'AUDIO