Sabato 22 Febbraio04:56:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Contratto non rispettato, insegnanti di sostegno delle scuole di Rimini verso lo sciopero

Sono gli educatori e le educatrici di Adl Cobas, dipendenti della cooperativa Ancora Servizi

Attualità Rimini | 15:03 - 05 Febbraio 2020 Insegnante di sostegno (foto di repertorio) Insegnante di sostegno (foto di repertorio).

Il contratto collettivo nazionale di lavoro non applicato, orari di lavoro ridotti (con contestuale riduzione di contributi e ferie), scatti di anzianità non riconosciuti. Adl Cobas annuncia il via alle procedure di convocazione dello sciopero degli educatori ed educatrici di plesso che si occupano del sostegno degli alunni disabili frequentanti tutte le scuole del Comune di Rimini, dalle scuole di infanzia a quelle di secondo grado. Il tutto a seguito del subentro nel contratto di appalto, dal 1 febbraio 2020, della Cooperativa Ancora Servizi. Adl Cobas denuncia la situazione di precarietà dei lavoratori, a causa dell'esternalizzazione dei servizi da parte dei Comuni: "Gare che portano ad un continuo ribasso dell’offerta e che si susseguono continuamente nel territorio provinciale, frammentando sempre di più le lavoratrici e i lavoratori del settore che molto spesso si ritrovano a lavorare in mancanza della piena applicazione del Contratto Collettivo nazionale con livelli d’inquadramento inferiori rispetto a quelli a cui hanno diritto, scatti di anzianità non riconosciuti, riduzione dell’orario di lavoro e la necessità di avere più contratti part-time con diverse cooperative per poter arrivare ad un salario dignitoso". Dei 170 occupati nell'appalto, 130 sono pronti allo sciopero, secondo quanto riferito da Adl Cobas.