Domenica 31 Maggio06:36:01
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Studenti lasciati a piedi da Cesenatico a Torre Pedrera, la protesta dei sindacati contro Start Romagna

Sei sigle sindacali scendono in campo dalla parte dei pendolari "Si assuma le proprie responsabilità"

Attualità Rimini | 16:15 - 03 Febbraio 2020 Studenti lasciati a piedi da Cesenatico a Torre Pedrera, la protesta dei sindacati contro Start Romagna

Cresce il dibattito attorno alla cancellazione della corsa sulla linea 94 che collega Cesenatico a Torre Pedrera (Rimini) delle 13.05, per la quale si è scatenata l'indignazione degli studenti interessati a quel collegamento e delle rispettive famiglie. La questione si è accesa al punto da aver scatenato la reazione delle segreterie provinciali dei sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt, Faisa Cisal, Ugl e USB. «Start Romagna si assuma le proprie responsabilità e, soprattutto, assuma», titola la loro nota congiunta. «Giusta e condivisibile la protesta degli studenti e delle loro famiglie per l’annullamento della corsa della linea 94, è inaccettabile invece la motivazione che Start ha presentato come scusa e cioè la mancanza di personale disponibile. La verità è che non erano assenti dal lavoro 52 autisti per malattia, ma la metà, che gli stessi autisti hanno già accumulato circa 6 mila giorni di ferie arretrate e che Start continua con la politica dello sfruttamento del personale senza nessuna intenzione di assumere l’organico che sarebbe necessario. Due gli effetti deleteri di questa miope gestione: la pessima organizzazione del lavoro e il disservizio nei confronti dell’utenza, nel caso specifico un servizio essenziale rivolto agli studenti».