Marted́ 18 Febbraio07:47:25
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Non paga l'affitto e minaccia la padrona di casa: "Ti mando la finanza". Finisce a processo

Un 40enne pugliese non ha pagato circa 10.000 euro di canoni mensili per un negozio che aveva preso in affitto

Cronaca Rimini | 06:57 - 03 Febbraio 2020 Il 40enne pugliese protagonista della vicenda ha chiesto la messa alla prova Il 40enne pugliese protagonista della vicenda ha chiesto la messa alla prova.

Minaccia la padrona di casa che aveva avviato le pratiche per un pignoramento, a seguito del mancato pagamento dell'affitto per un totale di circa 10.000 euro. Un 40enne pugliese è così a giudizio per il reato di esercizio arbitrario delle proprie ragioni con minaccia. L'uomo, nel biennio 2014-15, prese in affitto un negozio, ma la sua morosità costrinse il locatore, una donna riminese di 40 anni, ad avviare le procedure di sfratto. L'inquilino lasciò il negozio di sua spontanea volontà, ma iniziò a sottrarsi al pagamento dei soldi dovuti alla donna, circa 10.000 euro, in particolare non rispondendo alle numerose chiamate telefoniche. Ancora una volta la 40enne fu costretta a ricorrere alle vie legali, attraverso un decreto ingiuntivo. Al momento del pignoramento, che si sarebbe esercitato sui beni dell'uomo e sul suo stipendio, sono avvenuti i fatti che hanno portato alla denuncia di quest'ultimo: alcuni messaggi su Whatsapp nel quale intimava alla donna di lasciar perdere, altrimenti lui l'avrebbe denunciata per dei fantomatici pagamenti in nero, aggiungendo anche di conoscere un esponente di spicco della finanza riminese. Il 40enne pugliese ha fatto opposizione al decreto penale di condanna, chiedendo l'affidamento alla prova. La misura alternativa gli sarà concessa nella prossima udienza, in programma martedì 4 febbraio, poi le parti in causa dovranno anche accordarsi sul risarcimento. La 40enne riminese è assistita dall'avvocato Enrico Graziosi.