Mercoledý 15 Luglio03:02:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio RSM: il Tre Fiori vince il big match (2-1) e spodesta La Fiorita

In testa al Q1, a pari punti con il Tre Fiori, troviamo anche il Tre Penne che supera il Cailungo

Sport Repubblica San Marino | 19:58 - 01 Febbraio 2020 Andrea Compagno (foto FSGC) Andrea Compagno (foto FSGC).

Gli anticipi dell’11° giornata decretano un cambio di guardia in vetta al Q1, con La Fiorita che perdendo il big match con il Tre Fiori si vede costretta a cedere momentaneamente la piazza più prestigiosa del raggruppamento regredendo per giunta fino alla terza casella. Le due formazioni gialloblù si guardano negli occhi per 20’, prima che La Fiorita metta la freccia del sorpasso con l’acuto di Mirco Vassallo. Il vantaggio dura meno di un quarto d’ora: al 33’ Andrea Compagno riporta il Tre Fiori in linea di galleggiamento, prima che Lounseny Kalissa - all’esordio - piazzi in coda di frazione il colpo che vale il definitivo 2-1. Nei minuti conclusivi di una ripesa senza reti, Matteo Ceccheti perde bomber Compagno per rosso diretto; una dozzina di minuti prima era stato Nicola Della Valle a lasciare anzitempo il campo per doppio giallo.

In testa al Q1, a pari punti con il Tre Fiori, troviamo anche il Tre Penne, che supera la prova Cailungo facendosi bastare un solo gol, quello messo a segno da Nicola Gai a metà della prima frazione di gioco. Intanto dalle retrovie risale la Virtus, che reagisce alla rocambolesca sconfitta patita la scorsa settimana contro il Murata centrando i tre punti al termine di una gara altrettanto combattuta, anche se non decisa nei minuti finali come era avvenuto allora. Ne fa le spese la Libertas, che stappa l’incontro al 9’ con Christopher Brandino ma si fa raggiungere poco dopo, quando i neroverdi trovano la via del gol con Cristian Babbini. Il finale di frazione premia di nuovo la squadra di Tognacci, che rimette la testa avanti con Gianluca Morelli. Un vantaggio che ha vita breve dopo l’intervallo: non sono passati nemmeno 2’, infatti, quando Nicola Angeli piazza il colpo del nuovo pareggio. La rete da tre punti arriva al 66’, ancora con la firma di Cristian Babbini.

Cinque gol, ma tutti sullo stesso lato del “tabellone”, anche in quel di Domagnano, dove la Folgore travolge il Murata soffocandone così quei segnali di ripresa che si erano intravisti lo scorso turno, quando i bianconeri centrarono la prima vittoria nel Q1 dopo tre sconfitte di fila. Francesco Sartori inaugura il pokerissimo giallorossonero dagli undici metri; poi è la doppietta di Imre Badalassi, sommata alla rete di Andrea Nucci, a consentire agli uomini di Omar Lepri di andare al riposo sul quadruplo vantaggio. Nella ripresa non c’è alcun abbozzo di rimonta da parte del Murata; c’è invece il sigillo sul successo giallorossonero posto da Marco Bernardi.