Giovedý 27 Febbraio18:49:41
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Stipendi pagati in ritardo e a rate, educatrici scolastiche di San Giovanni pronte allo sciopero

Il servizio di integrazione scolastica è stato appaltato a una cooperativa di Brescia

Attualità San Giovanni in Marignano | 15:26 - 29 Gennaio 2020 Insegnante di sostegno (foto di repertorio) Insegnante di sostegno (foto di repertorio).

Le educatrici Adl Cobas di San Giovanni in Marignano, che assistono alunni diversamente abili, sono in mobilitazione: all'orizzonte c'è uno sciopero. I comuni di San Giovanni e Misano Adriatico hanno affidato in appalto il servizio di integrazione scolastica alla cooperativa di Brescia "La cordata - Inclusione e Cittadinanza attiva": "una cooperativa che non ha né sede, nè servizi sul territorio riminese", denuncia Adl Cobas, che ha avviato la procedura di convocazione dello sciopero per sensibilizzare la cittadinanza sulle criticità emerse, sulle condizioni contrattuali delle lavoratrici e sul ritardo nel pagamento degli stipendi, che sono stati inoltre rateizzati. "All'invio di diverse richieste di confronto la cooperativa non ha mai fissato un incontro con le sottoscritte e inoltre non ha saputo fornire spiegazioni credibili alle richieste da noi avanzate", spiegano le educatrici di Adl Cobas, che chiedono "il riconoscimento del ruolo nel contesto scolastico, l'applicazione del Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro delle cooperative e l'avvio di un'interlocuzione costruttiva con i Comuni, con l'obiettivo di tutelare il nostro lavoro e la qualità del servizio".