Giovedý 22 Ottobre13:31:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio D, per il Cattolica SM trasferta tosta contro la Recanatese. Ferrario disponibile

La squadra marchigiana è terza in classifica e schiera il bomber del campionato, l'ex Rimini Pera

Sport Cattolica | 17:17 - 25 Gennaio 2020 Il tecnico del Cattolica SM Emmanuel Cascione Il tecnico del Cattolica SM Emmanuel Cascione.

Il Cattolica S.M. cerca di risalire, pur a piccoli passi, la classifica. I giallorossi domenica vanno a far visita alla terza forza del campionato, la Recanatese, corsara a Montegiorgio nell'ultimo turno, ma che la domenica precedente aveva perso nella tana dell'Olympia Agnonese, l'ultimo avversario affrontato da Merlonghi e compagni. Il match è finito sull'1-1. Se il Cattolica, penultimo in classifica con 14 punti, ha pareggiato contro una squadra che ha battuto la corazzata marchigiana (che di punti ne ha 39) vuol dire che si può almeno sperare in un risultato non scontato.
“A differenza di quella con l'Agnonese, questa partita è più difficile a livello di qualità perché è una squadra costruita per vincere il campionato – attacca il tecnico dei romagnoli, Emmanuel Cascione -: i giocatori sono di qualità leggermente superiore a quelli dell'Olympia, anche se è una squadra che concede qualche gol. Se andiamo a vedere le statistiche i marchigiani hanno segnato 38 gol e ne hanno subiti 32, tanti per una squadra in quella posizione di classifica. Ma noi non abbiamo timore di giocare anche con le squadre di vertice del campionato perché stiamo bene e stiamo giocando bene: la squadra ha trovato l'equilibrio giusto”.
Cosa manca ancora per iniziare a raccogliere qualche punto in più?
“Dobbiamo solo stare più attenti nella fase di realizzazione perché in tutte le partite costruiamo 5-6 occasioni, ma difficilmente le sfruttiamo. Bisogna essere più cinici e più precisi sotto porta”.
A proposito di attaccanti cinici, la Recanatese schiera Manuel Pera, capocannoniere del girone F con 16 reti, di cui sei su rigore.
“Pera è il capocannoniere del campionato, ha fatto quasi la metà dei gol della sua squadra: è un giocatore navigato per questa categoria, tutti gli anni non si smentisce perché riesce ad arrivare sopra i 20 gol. È un giocatore letale per le squadre avversarie. Borrelli e Pera sono due giocatori che si cercano tantissimo, questa coppia è molto pericolosa”.
Sarà a disposizione l'esperto difensore Stefano Ferrario?
“Il transfer per Ferrario è arrivato, domani dovrebbe venire in panchina. È normale che la sua condizione sia ancora lontana dal cento per cento. Ma lui è un giocatore che si fa sentire anche a livello caratteriale oltre che tecnico e la sua presenza nel gruppo è importante anche per questo”.
Il Cattolica S.M. si sta muovendo a piccoli passi. Ci vorrebbe un ulteriore cambio di marcia per sperare ancora nella salvezza diretta.
“La sensazione è questa, però la squadra non la pensa in questa maniera perché comunque questa nostra crescita dà anche morale per cercare di portare a casa le partite in maniera più convinta rispetto al girone d'andata, quando invece sembrava utopia portare a casa una vittoria. Anche a Porto S. Elpidio la squadra ha insistito molto, anche sbilanciandosi, siamo andati a cercare la vittoria, è naturale che per vincere la devi mettere dentro. Secondo me è un girone di ritorno molto diverso da quello dell'andata: siamo ancora agganciati e c'è molta più fiducia”.
Indisponibili Maggioli, Rizzitelli e Nsingi, che non è ancora al cento per cento.