Giovedý 29 Ottobre21:08:53
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Cambia il campionato di calcio sammarinese: girone unico e a seguire i playoff

La novità dalla stagione 2020-21: 28 giornate di regular season, otto squadre alla fase finale

Sport Repubblica San Marino | 16:22 - 25 Gennaio 2020 Cambia il format del campionato sammarinese Cambia il format del campionato sammarinese.

In occasione del Comitato Federale convocato per la serata di ieri presso il San Marino Stadium, tutte le componenti del firmamento calcistico sammarinese - Federazione, club affiliati ed associazioni - hanno accolto la proposta modifica del format del campionato nazionale che, dopo tanti anni di attività, si svilupperà sul modello di girone unico.

Le quindici squadre al via daranno vita ad una regular season di 30 giornate, nelle quali ogni formazione incrocerà tutte le altre nei gironi di andata e ritorno. Due i turni di riposo che saranno osservati dai singoli club, visto il numero dispari di formazioni in competizione. Terminata questa fase, le prime quattro squadre della graduatoria saranno già certe di partecipare ai quarti di finale nei quali entreranno come teste di serie; pertanto non potranno incontrarsi prima delle eventuali semifinali.

E le altre? Saranno determinate da un turno di spareggio che coinvolgerà tutti i club classificati tra il 5° ed il 12° posto. Affrontandosi in sfide di andata e ritorno già determinate (5-12, 6-11, 7-10, 8-9), scopriremo di fatto così chi raggiungerà ai quarti di finale le teste di serie: in caso di parità di reti segnate/subite sui 180’, sarà la formazione con la miglior classifica maturata in regular season a superare il taglio.

Venendo ai quarti di finale, organizzati come un tabellone tennistico, alla prima testa di serie sarà garantita la doppia sfida con la formazione - tra quelle passate indenni dal turno di spareggio - dalla peggiore classifica maturata in regular season. Proporzionalmente sarà lo stesso per le altre teste di serie, che potranno contare sul vantaggio di poter raggiungere le semifinali in caso di parità di reti segnate/subite. Lo stesso principio sarà applicato anche nell’anticamera della finale, alla quale si arriverà seguendo l’evoluzione del tabellone (prima e seconda teste di serie saranno poste agli antipodi del main draw). Di fatto, l’unico incontro di campionato che potrebbe protrarsi oltre i tempi regolamentari è la finalissima, potenzialmente risolvibile alla lotteria dei rigori in caso di reiterata parità.

Va da sé che la corsa allo scudetto, per le ultime tre classificate in regular season, terminerà dopo le prime ventotto giornate quando i sogni di gloria saranno limitate a dodici, poi otto, formazioni.