Sabato 31 Ottobre23:22:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket D, Rose&Crown Villanova ospita il Russi: si cerca continuità di risultati

Biancoverdi al completo. Si gioca venerdì alle ore 21,15 alla Tigers Arena

Sport VillaVerucchio | 14:31 - 24 Gennaio 2020 Coach Rustignoli col pivot Calegari Coach Rustignoli col pivot Calegari.

Dopo oltre un mese di trasferte in giro per l’Emilia Romagna, i Rose&Crown Villanova Tigers tornano a ruggire in casa, nella Tigers Arena vestita a festa con il nuovo parquet che fa seguito al nuovo impianto di illuminazione inaugurato sul finire del 2019. “È una gara che aspettiamo con impazienza: - la dipinge così il coach biancoverde Valerio Rustignoli – inauguriamo il parquet in un partita ufficiale, e lo facciamo davanti al nostro pubblico che riabbracciamo dopo diverse settimane e in un palazzetto ulteriormente rinnovato”.
‘Rusti’ fa un passo indietro. “La vittoria contro Pianoro ha dato una carica di energia positiva che si è ben avvertita per tutta la settimana anche in palestra. – ammette il coach – La differenza di clima che si è respirata è significativa: la vittoria spesso è medicina che guarisce molti mali. Vincere in maniera così netta (84-96, ndr), frutto di una bella partita e ribaltare la differenza canestri con Pianoro è un fattore importante”.
Venerdì 24 gennaio, palla a due ore 21.15, alla Tigers Arena arriva la forte, coriacea Russi. “Basket Russi la conosciamo, se non altro per la storia sportiva degli ultime stagioni che ci ha messo di fronte più volte a Porcellini & Co. è una squadra tosta, fisica ed esperta che ci può dare molto fastidio ma a cui possiamo anche noi dare fastidio per le nostre caratteristiche. Proveremo in tutti i modi a far vincere la nostra idea di pallacanestro”.
Questa sera ha buone possibilità di imporsi chi riuscirà a imporre il proprio basket. “Se prevale il contatto fisico e la giocata del singolo, Russi è più forte. - rilancia Rustignoli - Noi proveremo a giocare la pallacanestro nei 28 mt e a liberare l’istinto. Per noi le partite facile non esistono, e quelle sulla carta più complicate sono le più importanti. Probabilmente saranno decisivi due, tre scontri diretti nella seconda parte del girone di ritorno, ma se riusciamo a vincere anche qualcuno delle gare sulla carta più difficili, questo può fare la differenza tra vivere più tranquillamente il finale di stagione o giocarci tutto negli ultimi 40’”.
Come arriva la squadra alla gara di questa sera? “Ci siamo allenati quasi al completo, fisicamente stiamo bene, siamo pronti a fare bene. Se diamo continuità alle prestazioni e ai risultati, per noi potrebbe aprirsi un’altra stagione”.