Luned́ 25 Maggio01:35:38
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

FOTO Rimini Calcio, settimo k.o. in otto gare per Colella. Il Vicenza passa al Neri (1-3)

Gara praticamente chiusa dopo 42 minuti. In sala stampa Colella enigmatico: si dimette?

Sport Rimini | 20:07 - 26 Gennaio 2020 Grandi salva sulla punizione di Palma. In gallery: Remedi, Montanari, Cigliano, De Vito, Mendicino Grandi salva sulla punizione di Palma. In gallery: Remedi, Montanari, Cigliano, De Vito, Mendicino.

Rimini - Vicenza 1-3


RIMINI (3-4-2-1) Meli; Ambrosini, De Vito, Paramatti (1' st Palma); Messina (31' st Finizio), Montanari, Remedi (28' st Arlotti), Santovito (1' st Silvestro); Cigliano (1' st Ventola), Letizia; Mendicino.
In panchina: Santopadre, Sala, Picascia, Mancini, Angelini, Lionetti.
All. Colella.
VICENZA (4-4-2) Grandi; Bruscagin, Cappelletti, Padella, Barlocco; Vandeputte (22' st Zarpellon), Pontisso, Rigoni (22' st Scoppa), Tronco (44' st Zonta); Guerra (31' st Saraniti), Marotta (44' st Arma).
In panchina: Albertazzi, Bianchi, Bizzotto, Liviero, Pasini, Bonetto
All. Di Carlo.

ARBITRO: Vigile di Cosenza
RETI: 16' pt Guerra, 32' pt Barlocco, 42' pt Guerra, 38' st Letizia
NOTE: ammoniti Marotta, Remedi, Ambrosini. Spettatori 1.912 (abbonati 1.193, paganti 719). Recupero: 2'+3'.

Il migliore: Letizia 6.5. E' il più pericoloso, dopo aver impegnato Grandi firma il gol della bandiera.

Il peggiore: Meli 4.5. Manda il Rimini definitivamente al tappetto non trattenendo il tiro non irresistibile di Barlocco. Esordio da dimenticare. 

Settima sconfitta in otto gare di campionato per Giovanni Collela sulla panchina del Rimini. Risultato prevedibile, contro la corazzata Vicenza, ma maturato dopo neanche un tempo di gioco. Troppo il divario tecnico tra le due formazioni (e il Vicenza era privo di uno dei suoi migliori elementi, Giacomelli, nonché del sostituto, Di Mariano in arrivo dal Venenzia), ma il Rimini è stato davvero vittima sacrificale, a dispetto delle parole di Colella nella conferenza stampa prepartita ("La vittima sacrificale me la metto nel c**o").  E in tema di conferenza stampa, a fine gara Colella si è fermato davanti ai microfoni meno di un minuto, annunciando per domani un confronto con la società: "Oggi penso il limite, sensato e logico, sia stato passato. Nelle prossime ore, con la società, valuteremo la situazione". Si dimetterà?


Al Neri gara chiusa dopo 42 minuti


Il Vicenza al Neri inizia subito all'attacco: al 7' Pontisso taglia a fette la difesa del Rimini, il suo diagonale viene corretto sottoporta da Guerra, l'arbitro invalida per fuorigioco. Il vantaggio vicentino arriva al 16' su punizione dubbia: Pontisso calcia in maniera irregolare, con palla in movimento, verticalizzando per Tronco il cui cross trova una leggera deviazione sottoporta di Guerra. In campo c'è solo il Vicenza che sfiora il raddoppio con Vandeputte e Bruscagin, prima di trovarlo al 32' con la complicità dell'esordiente Meli, che si fa sfuggire dalle mani un sinistro senza pretese di Barlocco. Al 42' Bruscagin sulla destra mette al centro per Tronco, il cui tiro sporco diventa assist per il tocco ravvicinato di Guerra.  Nella ripresa Silvestro si sostituisce al portiere e respinge sulla linea il tiro di Vanderputte, dopo un'uscita a vuoto di Meli, saltato da Guerra. Il Rimini tira fuori un po' di orgoglio e si fa vedere dalle parti di Grandi: il portiere respinge un destro di Letizia e toglie da sotto la traversa una punizione da posizione defilata di Palma. All'83' un rimpallo favorevole a Letizia permette al fantasista di infilare di destro il terzo gol in quattro partite con la maglia biancorossa. 

Riccardo Giannini