Venerdý 28 Febbraio01:27:16
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

I comitati si ‘alleano’ e creano ‘Riccione City Concept’, una rete per l’organizzazione di eventi condivisa

Il ballo in tutte le sue declinazioni sarà il tema del primo progetto

Attualità Riccione | 15:48 - 22 Gennaio 2020 Piazzale Roma durante uno degli eventi estivi (Foto repertorio) Piazzale Roma durante uno degli eventi estivi (Foto repertorio).

I comitati di Riccione si uniscono per lavorare insieme agli eventi e non solo: l'Associazione Riccione Alba, il Consorzio Viale Ceccarini e il Comitato Viale Dante-PromoAlba con il supporto dei comitati turistici della zona mare e di tutte le associazioni di categoria hanno costituito una struttura unica per tutti gli eventi dei soggetti partecipanti ai fini di creare un modello di intrattenimento ed attrazione che li riunisca sotto un unico filo conduttore.

L'esigenza di investire le proprie risorse ed energie in modo mirato e condiviso cosi da elevare il livello e la qualità delle proprie iniziative in maniera tale che non rappresentino solamente puro intrattenimento per i turisti gia presenti in città,  ma un motivo per passare qualche giorno di vacanza a Riccione generando in questo modo ulteriore incoming per i nostri operatori ci ha spinto a creare “Riccione City Concept”.


IL BALLO TEMA DEL PRIMO PROGETTO CONDIVISO
Più volte negli ultimi mesi i comitati sono stati sollecitati dall'amministrazione comunale, viste le esigenze organizzative, sulla necessità di creare un loro coordinamento così da poter avere un interlocutore unico ed evitare sovrapposizioni e dopo un primo confronto metodologico avuto con il Sindaco nel maggio del 2019 abbiamo deciso di avvalerci delle competenze di tecnici e professionisti del settore e con il supporto e la collaborazione delle categorie economiche è stato elaborato un primo “concept” per il biennio 2020/2021. L'indagine di mercato svolta ha individuato nel ballo a 360° (aspetti ludici, artistici, culturali, sportivi, sociali ecc..) il tema ideale per il prossimo biennio. Si tratta infatti di un target, di una “tribù” del mercato della vacanza e dell'intrattenimento estremamente numerosa (solo in Italia sono presenti infatti circa 20.000 scuole di ballo), strutturata, facilmente coinvolgibile e con una buona capacità di spesa. E' proprio sul ballo in tutte le sue declinazioni che il coordinamento vuole basare il primo progetto, contaminando tutta la città con eventi uniti da questo coinvolgente filo conduttore.


“Oggi siamo pronti a partire con questo ambizioso progetto per la città – si legge in una nota - dopo aver inviato una richiesta di incontro al Sindaco e agli assessori competenti ad inizio dicembre confidiamo di poter presentare il progetto nella sua completezza al più presto all'amministrazione e a tutta la città”.