Giovedý 27 Febbraio18:39:55
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Poggio Torriana, Isabella Bordoni e Marco Bertozzi al dibattito sugli scenari della dimenticanza

Domenica 26 gennaio al Centro Sociale di Poggio Torriana (in località Poggio Berni) primo appuntamento del ciclo di incontri Azioni sul calendari

Eventi Poggio Torriana | 13:25 - 22 Gennaio 2020 Ciclo di incontri Azioni sul calendario Ciclo di incontri Azioni sul calendario.

Un teorico del cinema documentario, un linguista esperto di disturbi della memoria, un film che intreccia alla storia della Resistenza italiana un’altra Resistenza, quella vissuta nella Striscia di Gaza. Domenica 26 gennaio al Centro Sociale di Poggio Torriana (in località Poggio Berni) primo appuntamento del ciclo di incontri Azioni sul calendario, a cura di Isabella Bordoni e quotidianacom, nell’ambito della rassegna Mentre Vivevo.

In prossimità della Giornata della Memoria, si parte con la prima “azione”, un primo movimento con cui provare ad innescare percorsi nuovi, allargare gli orizzonti della riflessione, scavalcare la retorica della celebrazione. Scenari della dimenticanza il titolo dell’incontro pomeridiano (ore 17, ingresso gratuito) che invita a considerare pratiche e punti di vista “altri”, minoritari, in relazione da un lato alla conservazione e dall’altro alla perdita della memoria. Dialogheranno con Isabella Bordoni, Marco Bertozzi, docente di cinema allo IUAV e Cristiano Chesi, professore Associato allo IUSS di Pavia e direttore del centro di ricerca NETS.

Diverse prospettive, dunque, che si intrecciano e confrontano. Quella dell’espressione artistica, in questo caso documentaristica, portata da Marco Bertozzi. Quella invece che riguarda l’esperienza soggettiva, con Cristiano Chesi, linguista specializzato in deficit linguistici, che ha focalizzato la propria ricerca all'ambito delle malattie neurodegenertive come l'Alzheimer.

Marco Bertozzi, tra gli autori e teorici che hanno contribuito alla rinascita del documentario italiano, partendo dai suoi studi sul documentario, discorrerà del riutilizzo degli archivi audiovisivi, i cui materiali (dalla pellicola alle immagini in digitale) consentono all’arte contemporanea di praticare nuove forme di espressione e di lavoro sulla memoria, in un’ottica di uscita dai paradigmi del realismo più tradizionale (il documentario classico). Chesi, dalla sua prospettiva di linguista esperto dei processi di acquisizione del linguaggio e di deficit della parola legati ai disturbi della memoria, fornirà invece spunti di riflessione intorno alle forme della memoria soggettiva, alla persistenza o l'abbandono del ricordo, anche nella relazione tra soggetto e collettività.

Chiuderà il pomeriggio la visione del film documentario Quale Patria di Giaime Barducci e Luca Berardi. Entrambi già attenti alle politiche della memoria, Giaime Barducci ha realizzato in passato l'audiodramma “Zonker” che racconta il viaggio di Enzo Baldoni in Iraq; documentarista e montatore, Luca Berardi lavora soprattutto con materiali d'archivio, è direttore artistico del Festival internazionale di cortometraggi Malatestashort Film Festival. Dalla caduta di Mussolini alla Liberazione, il film racconta i fatti accaduti nel cesenate tramite testimonianze e immagini d'archivio, cucite insieme dalla storia del protagonista per richiamare un'altra forma di resistenza, quella vissuta nella Striscia di Gaza. Attraverso uno stile sperimentale, l’opera diventa anche un’indagine dei meccanismi del fare 'memoria' e della sua ricostruzione.

Azioni sul Calendario, sezione della rassegna Mentre Vivevo, giunta alla quinta edizione, è realizzata grazie al sostegno del Comune di Poggio Torriana in collaborazione con Banca Etica Rimini – San Marino e associazione La Mulnela.