Venerdė 28 Febbraio23:08:14
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

FOTO Da Metromare a Metrofiera: la ministra De Micheli a Rimini per annunciare l'importante prolungamento

Dallo Stato 49 milioni per il nuovo troncone più 6 milioni per le rotonde lungo la statale 16

ASCOLTA L'AUDIO
Attualità Rimini | 16:40 - 20 Gennaio 2020 La ministra Paola De Micheli fra il sindaco Gnassi (sx) e il presidente della Provincia Santi (dx) La ministra Paola De Micheli fra il sindaco Gnassi (sx) e il presidente della Provincia Santi (dx).

Lo Stato ci mette la ministra Paola De Micheli e 49 milioni di euro per consentire la tanto annunciata estensione del Metromare, il trasporto dedicato di superficie via bus che da Riccione a Rimini stazione entro un anno e mezzo porterà anche alla fiera. La vicaria delle infrastrutture è stata ospite della residenza comunale di Rimini al tavolo dei relatori per annunciare in prima persona l'importante investimento, inserito all'interno della Legge di bilancio varata a fine dicembre e valevole per quest'anno, un impegno da 3 miliardi di euro per cantieri in tutta Italia. Fra questi anche il passante di Bologna, un'opera discussa e attesissima almeno quanto il Metrofiera, che ha avuto una gestazione lunga ma una procreazione breve, visto che già entro la fine dell'anno si arriverà al progetto esecutivo ed entro la fine del mandato Gnassi l'opera, così almeno nelle speranze del sindaco, sarà conclusa. «Gli espropri saranno minimi» rassicura l'assessora alla viabilità Roberta Frisoni, «il nuovo troncone sarà lungo 4,2 chilometri con impiego di mezzi elettrici su gomma che correranno su una corsia dedicata con una frequenza di 7 minuti per 14 fermate». Le previsioni di successo sono molto alte, almeno quanto le aspettative: per quest'anno si parla di oltre 2 milioni di frequentatori. «Il prolungamento del Metromare verrà effettuato su terreni perlopiù comunali e sarà un ulteriore incentivo alla pedonalizzazione del ponte di Tiberio, che grazie a questo nuovo intervento sarà garantita più rapidamente».

De Micheli aveva presenziato all'inaugurazione della Metromare Rimini-Riccione il novembre scorso: «Renderemo questa città ancora più fruibile sul piano della mobilità per chi ci vive ma anche per chi la frequenta per le vacanze. Questo permetterà alla città di esprimersi al massimo della sua potenzialità turistica».

Oltre ai 3 miliardi saranno stanziati con apposito decreto ministeriale ulteriori 6 milioni di euro per la realizzazione di quattro dei nove interventi attesi lungo la statale 16, con la costruzione di rotonde e sottopassi per alleggerire il peso del traffico sull'arteria. Sono stati inoltre già stanziati a favore della regione 153 milioni di euro per sostituire il parco mezzi pubblici con autobus elettrici: chiunque vorrà accedere potrà fare domanda all'ente. «Otteremo il massimo dell'intermodalità e renderemo sempre più nodale il tema ambientale, determinante per il futuro della nostra società».

Il presidente della provincia Riziero Santi ha ricordato che è ancora aperto il dialogo con Cattolica per pensare a un prolungamento oltre Riccione, che però dopo essersi opposta al Metromare, ha già opposto resistenza all'attraversamento della città in direzione riviera sud.

Il sindaco Andrea Gnassi ha sottolineato come «senza infrastrutture la comunità è più debole», ricordando anch'egli che «qualcuno aveva scommesso sul fallimento del Metromare, invece ora stiamo parlando già del suo prolungamento per collegare 2500 alberghi all'aeroporto alla fiera. Meraviglioso».

Francesca Valente

ASCOLTA L'AUDIO