Luned́ 24 Febbraio22:32:48
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Numeri in crescita per la Biblioteca di Riccione, oltre 60mila gli accessi nel 2019

Il patrimonio librario e documentario al 31 dicembre 2019 ammonta a 73.564 volumi

Attualità Riccione | 12:01 - 20 Gennaio 2020 Biblioteca di Riccione Biblioteca di Riccione.

Gennaio: è tempo di consuntivi e statistiche anche per la Biblioteca comunale di Riccione, che conferma per il secondo anno consecutivo un forte trend di crescita soprattutto nel numero degli accessi giornalieri. Che nell’anno appena trascorso hanno raggiunto quota 60.843, per una media di 202 lettori per ognuna delle 301 giornate di apertura al pubblico. Il dato è particolarmente significativo se si tiene conto che gli accessi giornalieri erano 50.963 nel 2016; in lieve flessione (50.590) nel 2017; per schizzare poi a 55.645 (circa il10 per cento rispetto all’anno precedente) e passare ora alle 60.843 presenze complessive dell’anno appena trascorso. E’ una biblioteca relativamente giovane, quella di Riccione, priva di testi antichi, documenti o libri rari da consultare. Il suo pubblico è costituito quindi in gran parte da studenti universitari e medi, bambini delle scuole per l’infanzia, elementari e medie con genitori e nonni al seguito, a cui si sommano i lettori abituali di quotidiani e riviste, e tutti coloro che accedono al prestito librario. Questi ultimi, i cosiddetti “iscritti attivi” – sono quelli che hanno preso a prestito almeno un libro nell’anno - costituiscono uno dei maggiori punti di forza della biblioteca comunale riccionese. Sono passati da 4.063 del 2018 ai 4.415 del 2019, mentre il numero complessivo dei tesserati e iscritti al prestito è di 33.789, contro i 32.394 dell’anno precedente. Tutti dati in decisa crescita, dunque, anche in tempi di generale crisi della lettura, sempre più insidiata dalla concorrenza di smartphone e tablet. 

Veniamo ora al patrimonio librario e documentario, che al 31 dicembre 2019 ammonta a 73.564 volumi, comprendendo anche riviste, quotidiani, film e documenti consultabili e in gran parte ammessi al prestito. Nell’ultimo anno sono stati acquistati 1968 nuovi libri, in gran parte narrativa e saggistica, spesso su “desiderata” degli utenti; mentre i volumi donati dagli utenti e catalogati sono stati 654. 

Grazie all’apertura del sabato pomeriggio e all’orario continuato 9-19 (tutti i giorni tranne il lunedì mattina e la domenica) le ore aperte al pubblico sono passate dalle 2.275 del 2018 alle 2.952 del 2019. Tutti gli ambienti della biblioteca, compreso l’ampio giardino, la galleria e la sala conferenze sono servite da segnale wifi libero. 

La sezione “prime letture”  per bambini 0-8 anni ammonta a 2.709 titoli ammessi al prestito; mentre i libri per ragazzi (adolescenti o young adult) sono attualmente 11.472. Da anni la Biblioteca comunale di Riccione si distingue per la sua intensa attività di promozione della lettura rivolta agli bambini e allievi delle scuola materne, elementari e ai ragazzi delle medie, che va sotto il nome di “Progetto Leggere in biblioteca”.  In tutto i ragazzi coinvolti , con i loro insegnanti, nel corso dell’anno scolastico 2018-2019 sono stati 1444, appartenenti a 53 classi di scuole comunali pubbliche e paritarie.

Impossibile, infine, dar conto in dettaglio della miriade di iniziative culturali, presentazioni di libri, eventi cittadini, mostre scolastiche, d’arte e di fotografia, inaugurazioni, corsi di fumetto, laboratori creativi, letture animate e spettacoli per l’infanzia, manifestazioni organizzate anche in collaborazione con associazioni e sodalizi cittadini, che hanno trovato ospitalità in sala conferenze, in giardino o in galleria: si possono però tradurre in 136 eventi ospitati e in 7.751 bambini, genitori, insegnanti e spettatori coinvolti.   

Tra le attività promosse dalla biblioteca comunale non vanno dimenticati i tre gruppi di lettura (“Il vicolo” per lettori adulti, “Il Club dei viaggiatori immaginari” rivolto ai giovanissimi e adolescenti” e , ultimo aggiunto, “Il Rifugio Letterario” condotto dall’attrice riccionese Debora Grossi); i laboratori di alternanza scuola-lavoro per gli studenti delle terze classi superiore che vanno sotto il titolo di “Professione Bibliotecario” (dieci classi nel 2019, otto in programma nel 2019); i gruppi di lettura rivolti agli anziani ospiti di Casa Pullè e del Centro Nautilus, con appuntamenti quindicinali tenuti da lettori volontari; le sempre apprezzate letture animate sotto l’ombrellone dal titolo “Storia e Storie in spiaggia” svolte in collaborazione con il Museo del Territorio.