Giovedý 27 Febbraio19:06:46
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Volley A2 femminile, la Omag infila la 17esima vittoria. Olbia ko al tie break (3-2)

Ottima prestazione di Bonelli all’esordio da titolare e Lualdi (MVP) incisiva sia in attacco che al servizio

Sport Rimini | 21:03 - 19 Gennaio 2020 La Omag esulta La Omag esulta.

Con una buona prestazione collettiva la Omag riesce a mandare in archivio la prima fase del campionato di serie A2 femminile regolando per 3-2 Olbia. Una firma pesante quella apposta oggi che vale il posto d’onore nella fase successiva. Nell’ultima giornata le marignanesi si esaltano e davanti al proprio pubblico raccolgono una soddisfazione enorme disputando una discreta gara. Vittoria meritata quella contro Olbia che ci teneva a racimolare i punti in palio. Olbia ha dato l’anima in campo per conquistare l’accesso alla poule promozione e la qualificazione alla coppa Italia. Ci è riuscita in parte conquistando la poule promozione. La diciassettesima vittoria su diciotto incontri pone la Omag sul gradino più alto della classifica attuale e quella della poule promozione. Ottima prestazione di Bonelli all’esordio da titolare e Lualdi (MVP) incisiva sia in attacco che al servizio.

La Omag sarà nuovamente in campo già mercoledì sera contro Busto Arsizio per i quarti di finale di coppa Italia. Questi gli accoppiamenti: Trento–, Omag–Busto Arsizio, Mondovì–Pinerolo, Soverato-Ravenna.

La cronaca Saja, che deve rinunciare a Battistoni per infortunio, schiera la giovane Asia Bonelli in regia con Decortes opposto, Pamio e Saguatti in banda, Lualdi e Gray al centro e Bresciani libero. Giandomenico parte con Bonciani in regia e Fiore opposto, Maruotti e Roxo in posto 4, Barazza e Angelini al centro, Caforio libero.

Si parte con un bel muro di Gray. Olbia sa che deve fare risultato e prova a mettere subito in difficoltà le romagnole con Fiore e Angelini. Al primo allungo delle isolane Saja ferma il gioco (5-9). Decortes accorcia subito le distanze con un paio di colpi (8-9). E’ ancora Fiore a creare un piccolo break. Ma ci pensa Pamio a riportare la parità: 12-12. La posta in palio è alta, Olbia riscappa ed allunga (13-16). Saguatti e compagne reagiscono e si torna in parità. Giandomenico ferma il gioco (16-16). Il set procede col ritmo del cambio palla con una bella pallavolo. Giandomenico chiama il discrezionale (22-20). Olbia ritrova ancora la parità poi Decortes si guadagna il set point e Lualdi chiude per 26 a 24.

Il secondo parziale riparte in equilibrio fino a quota 5. La Omag, diretta egregiamente dalla baby Bonelli, alza il ritmo ed allunga. Giandomenico chiama il time out (12-5). Time out che da i suoi frutti perché con un parziale di 5 a 0 Olbia si rifà sotto costringendo Saja allo stop (12-10). Olbia acquista fiducia e rimette il naso avanti (12-13). E’ Anna Gray ad interrompere la serie (13-13). Un set che sembrava in discesa per la Omag, ma è Olbia ad avere più grinta e sferra la zampata decisiva, prendendo il largo (17-21). E’ Fiore a regalare il set point alle isolane e Maruotti chiude con una palla corta al primo tentativo (21-25).

Nel terzo set in equilibrio fino a quota sette è sempre Olbia a tentare la fuga. Saja chiama lo stop (7-11). Angelini in stato di grazia firma 4 punti consecutivi e Saja è di nuovo costretto a fermare il gioco (11-17). Saja manda in campo Coulibaly per Saguatti. Poi è il turno di Pinali per Decortes. A nulla sono serviti i cambi perché il set è scivolato lentamente al suo epilogo. Olbia con questo punto si guadagna la pool promozione matematica (17-25).

Le squadre di nuovo in campo con Saja che schiera Pamio opposta e Coulibaly-Saguatti in posto 4. E La mossa sembra ripagare la scelta del coach. Giandomenico chiama il primo stop (9-7). E’ un'altra Omag quella in campo. Funziona un pò meglio la correlazione muro-difesa e gli attacchi sono più efficaci (19-15). E’ di Lualdi il 24° punto. Poli annulla il primo di 4 set point. Time out Saja (24-21). Un errore in attacco e si va al tie break.

I primi tre punti sono Omag, lo sarebbe anche il quarto ma oggi il direttore di gara ha la sua particolare “visione”. Le padrone di casa non cedono dietro a queste piccolezze e macinano punti. Giandomenico chiama il time out (5-1). Si va al cambio campo con la Omag avanti di 5 lunghezze (8-3). Entra Formaggio per Olbia a rilevare Roxo, uscita per crampi. La Omag mantiene il vantaggio e Giandomenico ferma ancora il gioco (12-7). Si riprende ed un lungo scambio, concluso da Saguatti, accende gli spalti. Le isolane non ci stanno e tentano un difficile recupero. Saja ferma il gioco sul 13-10. Ancora un punto di Olbia e Saguatti mette giù la palla dei 4 set point. Chiude Pamio al primo tentativo

Il tabellino

OMAG - GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA 3-2

OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO: Pamio 20, Decortes 9, Saguatti 13, Lualdi 18, Bonelli 2, Bresciani (L), Pinali 1, Gray 14, Coulibaly 5. Non entrate: Mazzon, De Bellis, Spezi, Mandrelli (L). All. Saja.

GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA: Barazza 16, Fiore 11, Maruotti 7, Angelini 20, Bonciani 2, Emmel Roxo 14, Caforio (L), Formaggio 1, Poli 3. Non entrate: Moltrasio, Filacchioni, Montesu. All. Giandomenico.