Lunedý 17 Febbraio22:26:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

"Il Pignolo" e i suoi primi 10 anni di attività: la storia di Walter, che ha realizzato un locale tutto per se'

Ordinato, attento e preciso sin da bambino, d'altro canto il suo stesso look è assolutamente inappuntabile

Attualità Novafeltria | 07:23 - 19 Gennaio 2020 Walter Balducci con la madre Iole (a sinistra) e la collaboratrice Carla Walter Balducci con la madre Iole (a sinistra) e la collaboratrice Carla.

Il nome della sua caffetteria nasce dallo scherzoso soprannome che gli hanno affibbiato i genitori: "Il pignolo", uno dei tratti predominanti del suo affabile carattere. Walter Balducci, 37enne di Talamello, ha festeggiato da poco i 10 anni di attività della sua caffetteria. Il 9 gennaio del 2010 inaugurò infatti il suo locale a Ca' Fusino di Talamello. Nel 2013 "Il pignolo" si trasferì a distanza di qualche metro, in via Marecchia di Novafeltria, l'attuale location. Chi conosce bene Walter, ne descrive la grande pignoleria, pardon, precisione, fin da bambino: è sufficiente aprire i cassetti del suo armadio per toccare con mano questa precisione, tra cravatte e camicie piegate perfettamente e riposte in perfetto ordine. D'altro canto il suo stesso look è assolutamente inappuntabile. Walter, giovane imprenditore che ha deciso di investire in Valmarecchia, ha realizzato con tenacia il suo sogno, un locale tutto per se', dopo una lunga gavetta. Studente all'alberghiero di Rimini Sigismondo Pandolfo Malatesta, diplomato nel 2002, fece esperienza all'Hotel Waldorf di Rimini, al Grand Hotel di Trento e al ristorante il "Povero diavolo" di Poggio Torriana, prima di mettersi in proprio, aprendo per un paio di anni un ristorante, sempre a Talamello, chiamato proprio "Il Pignolo", per poi investire in una caffetteria, una scelta ripagata dall'affetto dei tanti clienti "conquistati" negli anni e dal riconoscimento ricevuto nel 2017 da Confesercenti Pesaro, quale giovane imprenditore di successo della zona del Montefeltro. Oggi Balducci gestisce la propria attività affiancato dalla madre Iole, bravissima pasticciera. Con loro dal 2016 c'è anche Carla, che ricorda con commozione il momento più bello della sua collaborazione con "Il pignolo": "Quando davanti ai clienti Walter disse 'La Carla era quello che mancava al Pignolo', per me è stata una grande emozione". Preparato ed estremamente preciso nel suo lavoro, Walter è benvoluto in tutta la comunità per la sua discrezione e gentilezza. "E' il miglior datore di lavoro, è un angelo in terra. Non mi riprende mai, non c'è niente che non va bene", racconta la sua collaboratrice Carla. Ma soprattutto, Walter conclude ogni sua richiesta con due parole magiche: "per favore". Più che pignolo, in effetti, Walter Balducci è un uomo di altri tempi.

Riccardo Giannini
(da un'idea di Daniele Manuelli)