Giovedý 28 Maggio09:09:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini Calcio, caccia anche a un esterno under. Presentati Mendicino e Paramatti

Il ds Pastore: "Chiudiamo per il portiere, poi un centrocampista e un esterno sinistro under"

Sport Rimini | 18:35 - 16 Gennaio 2020 I nuovi acquisti del Rimini Mendicino e Paramatti con il ds Pastore I nuovi acquisti del Rimini Mendicino e Paramatti con il ds Pastore.

Oggi (giovedì 16 gennaio) presentazione ufficiale in casa Rimini per i neo acquisti Lorenzo Paramatti ed Ettore Mendicino. Il ds Ivano Pastore si è detto fiducioso di sbloccare la questione portiere under nelle prossime ore (su Meli dell'Empoli c'è anche il Piacenza), ma il mercato non si fermerà: obiettivo un centrocampista e un esterno sinistro, entrambi under. Per quel che riguarda gli "over", il Rimini interverrà solo a fronte di qualche occasione.

Le parole del neo acquisto Paramatti: "Le sensazioni sono molto positive, c'è tutto per riuscire a ottenere l'obiettivo della salvezza. Per quanto mi riguarda con il lavoro di ogni giorno credo di potere trovare presto la forma migliore. Era da un po' di tempo che non giocavo, che mi allenavo da solo, per me Rimini è una grandissima opportunità. Devo solo allenarmi quotidianamente per crescere di condizione. Le mie caratteristiche? Sono a totale disposizione del mister e della società, dove mi chiedono di giocare gioco. Prevalentemente sono un marcatore ma la cosa più importante è dare il mio contributo alla causa e ripagare la fiducia che mi è stata data. Il futuro? Chiaramente mi piacerebbe poter dare continuità a questa esperienza, ma la riconferma passa dal lavoro sul campo, prioritario dunque centrare l'obiettivo di squadra e poi ne parleremo".

Le parole di Ettore Mendicino:  "La mia esperienza e il mio passato sono relativi, la realtà dei fatti dice che per vari motivi vengo da un paio di annate non esaltanti. In questo momento avevo bisogno di una sfida, di un qualcosa che mi mettesse alla prova, in questo senso Rimini rappresenta una grande opportunità e di questo ringrazio la società, il direttore e il mister che mi hanno scelto per aiutare la squadra a risalire. Lavorare con un tecnico che mi conosce è stato uno stimolo in più ma in generale vedo Rimini come una grande occasione di riscatto. A livello di caratteristiche non sono un goleador, anche se quando ho giocato più vicino alla porta sono andato più facilmente a bersaglio. Amo muovermi, ho fatto l'esterno, ho giocato anche da trequartista. Sono abbastanza duttile e naturalmente a disposizione dell'allenatore. Sicuramente metterei la firma per fare qualche rete in meno ma centrare la salvezza con il Rimini. Il futuro? L'obiettivo primario è la salvezza, e a questo dobbiamo pensare giorno dopo giorno, partita dopo partita. Una volta raggiunta ci sarà poi tempo per pensare anche a proseguire il rapporto, ma prima di tutto salviamoci".